L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


speciale cryptocurrencies: UNA ICO A FORTE SCONTO GRAZIE ALLA POTENZA DI FUOCO DI WMO

 Domenica entro le ore 12.00 parliamo (al nostro gruppo di amici) di una ico di una criptovaluta che verra' lanciata in questi giorni . Per poter fare questa Ico occorre avere ETH e trasferirli su un wallet dedicato ( https://www.myetherwallet.com/) .
Ne parleremo in una   chat dedicata su telegram! contatta mercatiliberi@gmail.com per il link
ABBIAMO OTTENUTO UNO SCONTO IMPORTANTE SUL PREZZO DELLA ICO PER NOI E I NOSTRI AMICI!
 e questo grazie al numero importante che andremo a sottoscrivere. questo sconto potra' essere applicato a tutti coloro che partecipano 
In pratica lo sconto che ci hanno fatto ci permette di avere maggiore protezione in caso di discesa del prezzo. Tuttavia questa ICO sembra stia ricevendo molto interesse e quindi e' facile pensare a un buon ritorno.
Non è richiesto un  numero minimo di ETH per partecipare.

Share/Bookmark

ULTIME ORE PER COMPRARE BFX! LA CRIPTOMONETA DA +16% IN 60 GIORNI

ACCETTO SCOMMESSE SULLA QUOTAZIONE DEL TOKEN (CRIPTOMONETA) BFX. OGGI QUOTA 0,85 E A FINE APRILE QUOTERA' INTORNO A 1.
IL PROFITTO PREVISTO E' DEL 16% IN 60 GIORNI....
se vuoi saperne di piu' mercatiliberi@gmail.com
abbiamo anche un gruppo su telegram che sta decidendo su conversione in azioni ! contattaci abbiamo un gruppo che sottoscivera' quote minime di BITFINEX 
 DASH : questa cryptomoneta e' salita molto ma un altro 20% potrebbe arrivare a breve! 
segnali di trading BIGBIT! 
SOTTOSCRIVI L'ABBONAMENTO !

Share/Bookmark

BITCOIN E BLOCKCHAIN A LUGANO ! BLOCKCHAININVEST 2 - IL TRENO DELLE CRYPTOCURRENCIES PASSA UNA SECONDA VOLTA


ieri pomeriggio nella bella Lugano ero in visita a un noto family office. Il responsabile dell'ufficio voleva capire di piu' su come investire nel mondo delle criptovalute.
Una sua obiezione era l'etf in arrivo su bitcoin. Infatti lui sosteneva che l'acquisto del bitcoin per i suoi clienti poteva essere al massimo utilizzato a copertura di una crisi mondiale, come bene rifugio alla stregua dell'oro.
Quindi basta aspettare l'etf americano e comprarlo, cosi come si compra un qualsiasi prodotto finanziario.
BEH...E' STATO VERAMENTE DIFFICILE NON SCOPPIARE A RIDERE....ERO BASITO DELLA INCAPACITA' DI ANALISI DI QUANTO STA ACCADENDO NEL MONDO DELLE CRIPTOVALUTE...
Infatti i soldi si fanno dove pochi arrivano..
Personalmente parlando ..io vendero' i bitcoin tre ore dopo l'arrivo sul mercato (non della autorizzazione) del famoso etf.....e comprero' massivamente ETH..in quanto e' certo..entro pochi mesi uscira' poi l'etf su eth.
E' normale...e' la legge del mercato..Il bitcoin per un bel po cessera' di salire...anzi magari correggera' dai massimi significativamente ..e l'eth potra' triplicare ...e dopo l'eth ci sara' sicuramente tanto da fare e tanto da investire...a partire dalla Ico che Blockchaininvest fara' nelle prossime ore..e altre monete che stanno migliorando le loro caratteristiche in questi mesi.
INSOMMA QUESTO PER DIRVI CHE IL MONDO DELLE CRIPTO NON SI FERMA AL BITCOIN, ANZI I SOLDI VERI SI FARANNO CON ALTRE CRIPTO ..PROPRIO GRAZIE AL BITCOIN..
ma non vi preoccupate:
il SOLE24ORE vi dice che :
 IL BITCOIN E' BRUTTO E 
MANGIA I BAMBINI!!!
VIENI A CAPIRE CHI HA RAGIONE!

Dopo anni di crisi la Crypto Economy sconvolgerà
l’economia e il futuro del denaro!

Ne parliamo a Lugano il 2 marzo 2017 - alle ore 17:00 

Evento GRATUITO ma privato solo su invito, pregasi confermare presenza a: mercatiliberi@gmail.com

IN OCCASIONE DELL'EVENTO AVRAI MODO DI CONOSCERE I DETTAGLI DI BLOCKCHAININVEST 2 
a un mese dalla partenza di BLOCKCHAININVEST 1 e dopo una performance spettacolare alla fine del primo mese....ecco che a grande richiesta proponiamo il secondo treno per investire nel mondo delle cripto
ABBIAMO POCHI POSTI DISPONIBILI E VISTO L'INTERESSE CHE STIAMO RICEVENDO, TI CONSIGLIO DI RISERVARE UN POSTO ANCHE IN QUESTI GIORNI

MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

CORSO BASE DI TRADING SU CRIPTOVALUTE


MERCATO LIBERO ti permette di saper maneggiare i bitcoin e le criptovalute con padronanza e facilita'.
Presentiamo il PRIMO  CORSO BASE DI TRADING DI CRIPTOVALUTE IN ITALIA
ti spiegheremo come fare trading con le criptovalute, dal loro acquisto alla gestione del portafoglio, dalla iscrizione agli exchanges ,  come aderire alle Ico, come si valuta una moneta e l'analisi tecnica per iniziare a operare.
 SABATO 1 aprile - MILANO - CENTRO COPERNICO A DUE PASSI DALLA STAZIONE

L'ABC DEL TRADING  
SU CRIPTOVALUTE
ALCUNI DEGLI ARGOMENTI TRATTATI NEL CORSO
acquistare bitcoin e criptovalute
la sicurezza dei wallet e del ledger fisico
exchanges criptovalute (quali sono e le differenze)
analisi del mercato delle crypto 
liquidita' del mercato
capitalizzazione delle crypto
partecipare a una Ico e gestione della Ico
paramentri di valutazione di una cryptocurrency
l'analisi ciclica e tecnica 
L'analisi tecnica del Trend
Rappresentazioni grafiche di una serie storica
Supporti e resistenze - Gap
Formazioni grafiche d’inversione
Formazioni grafiche di continuazione
Indicatori di tendenza
Oscillatori
Tecniche moderne di analisi
La psicologia nel trading Gestire i profitti e le perdite: money management;
Reward risk ratio
Size
Stop loss
Take profit
50  POSTI DISPONIBILI
COSTO DELLA GIORNATA 250 euro  A PERSONA se ti prenoti entro il 15 di marzo. (dopo quella data il costo sale a 350 euro).
Il pagamento dovra' essere fatto in bitcoin (in euro il costo aumenta del 20%). Nel caso il giorno del corso si potranno acquistare bitcoin!
Si inizia la preparazione al corso  via Telegram chat il 15 marzo. Per essere gia' operativi il giorno del corso.
Il mercato delle criptovalute non dorme mai....aperto 7 giorni su sette...24 ore su 24...natale capodanno e Pasqua... NON ESSERE TU QUELLO CHE DORME....

se a fine corso o entro il primo aprile acquisti l'abbonamento a BIGBIT il corso ti viene regalato!
 prenota il tuo posto MERCATILIBERI@GMAIL.COM
 l'abbonamento dal 3 marzo costera' 1090 euro (fino al 30 marzo 990 euro)
sconto 20% se paghi in bitcoin e se sei affiliato su bitfinex con il nostro codice e paghi in eth
 (fino al  30 marzo sconto 30%)

VIDEOCORSO  SEGNALI DI TRADING CRIPTOVALUTE
IL CORSO VERRA' VIDEOREGITRATO E MESSO A DISPOSIZIONE DEI PARTECIPANTI GRATUITAMENTE.
SI PUO' ACQUISTARE AL PREZZO DI 200 EURO PRENOTANDOLO ENTRO IL 15 MARZO.
DOPO TALE DATA IL COSTO SALE A 350 EURO
CHI SI ABBONA A BIGBIT ENTRO FINE  MARZO HA IL VIDEOCORSO IN OMAGGIO!

MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

BIGBIT - COME FARE PROFITTO CON LE CRYPTOCURRENCIES


SEGNALI DI TRADING SU CRYPTOCURRENCIES
 A COLORO CHE NE FANNO RICHIESTA VERRANNO INVIATE LE ISTRUZIONI 
SU COME PROCEDERE
abbonamento annuo 990 euro IVA INCLUSA (sconto 20% se pagato in bitcoin) .
-SCONTO ULTERIORE DI 10% SE 
- DIMOSTRI DI ESSERE AFFILIATO A NOI SULLA PIATTAFORMA BITFINEX 
- SE TI ABBONERAI ENTRO FINE MARZOEBBRAIO E SE PAGHERAI IN ETH
(puoi richiedere indietro i soldi pagati se nei primi tre mesi i risultati dei segnali non sono stati positivi) 
PER INFO : MERCATILIBERI@GMAIL.COM



ISCRIVITI USANDO IL CODICE DI AFFILIAZIONE



Share/Bookmark

BLOCKCHAIN INVEST 2



 nel mese di aprile parte  il secondo veicolo che investe in criptovalute. Bitcoin non basta assolutamente. Quest'anno a un certo punto smettera' di crescere, anzi flettera' per qualche mese. mentre altre valute raddoppieranno o triplicheranno. Abbiamo un team di advisors internazionale che massimizzera' il profitto di questa trading company.Per saperne di piu' e per prenotare senza impegno un posto (solo 90 quelli disponibili, ma le richieste stanno gia' arrivando) invia una mail con il tuo recapito telefonico a mercatiliberi@gmail.com.
In apertura una chat su telegram esplicativa.


Share/Bookmark

WMO ASSET ALLOCATION


il mese di febbraio si avvicina alla fine e la performance dei primi due mesi dell'anno è molto buona. Siamo infatti al 3.3% e senza fare operazioni nuove da inizio anno (segno che il trend in atto sui mercati e' stato anticipato molto bene  dal portafoglio fin da fine 2016). Ma non solo, la performance del portafoglio WMO e' stata del 11,15% nel 2015 e del 11,32% nel 2016. Dollaro, oro mercati emergenti e bitcoin sono stati i drivers del successo di portafoglio (ma non solo loro). Probabili importanti cambiamenti nele prossime settimane.
 abbonamento annuale  : 1300 euro (iva inclusa)
- sconto 20% se il pagamento avviene in bitcoin 
- sconto 30% se il pagamento avviene in Ethereum -ETH
- sconto 60% se si ha un conto in Fineco  con un patrimonio superiore ai 200.000 euro
- portafoglio gratuito per coloro che hanno un conto in Svizzera con una banca nostra partner (200.000 euro i risparmi minimi da avere sul conto)
per info mercatiliberi@gmail.com


Share/Bookmark

INVESTIRE IN ORO FISICO IN ITALIA


WMO ha il piacere di annunciare una nuova partnership con uno dei principali venditori (e compratori) di oro e monete in Italia. 
chiunque fosse interessato puo' contattarci mercatiliberi@gmail.com





Share/Bookmark

ASSOB.IT DIMOSTRA CHE ALESSANDRO PLATEROTI - VICE DIRETTORE DEL SOLE24 ORE - HA RIPETUTAMENTE SBAGLIATO A SCRIVERE .- FALSE INFORMAZIONI VOLUTE DA CHI? O SEMPLICE BUFALA ?



 LA DOMANDA E' PIU' CHE LECITA!!! CHI SI NASCONDE DIETRO LA PENNA DI ALESSANDRO PLATEROTI? 

CHI GLI HA COMMISSIONATO IL PEZZO?

CHI HA DECISO DI DARE RISALTO A QUESTO ARTICOLO PER GIUNTA PIENO ZEPPO DI INFORMAZIONI SBAGLIATE ERRATE...E ADDIRITTURA FORSE FALSIFICATE PER PURO GIORNALISMO SENSAZIONALISTICO?

SE FOSSE CONFINDUSTRIA ...DOVREBBE USCIRE ALLO SCOPERTO

SE FOSSE IL GOVERNO PREOCCUPATO PER UN POSSIBILE CRACK SISTEMICO ? SAREBBE MEGLIO CHE QUALCUNO FUGHI I DUBBI

SE FOSSE STATA LA BANCA DI ITALIA ? MA PERCHE'???

E SE INVECE NON E' NESSUNO...NOI TUTTI CI DOMANDIAMO ....PERCHE' IL SOLE 24 ORE PERMETTE LA DIFFUZIONE NAZIONALE DI NOTIZIE SBAGLIATE...NELLO STESSO MOMENTO IN CUI MOLTI SITI VENGONO CHIUSI PERCHE' RACCONTANO BALLE E FALSE NOTIZIA A FINI SENSAZIONALISTICI?

DOVREMMO FORSE CHIEDERE LA CHIUSURA DEL SOLE 24ORE PERCHE' HA RACCONATO UNA BUFALA!

 ECCO IL COMUNICATO DI ASSOB.IT E IN GIALLO I NOSTRI COMMENTI

 Comunicato Assobit in risposta ad articolo Sole 24 febbraio 2017



Come associazione di esperti del settore quando sul principale quotidiano economico italiano leggiamo articoli come “Banche centrali, guerra ai Bitcoin” proviamo un certo sgomento.

CARI AMICI ...LA PAROLA SGOMENTO E' MOLTO IMPORTANTE , IN PRATICA A' UN ATACO ALLA LIBEA EDITORIALE DEL SOLE 24ORE E DI UNA DELLE SUE PENNE PIU' RAPPRESENTATIVE, 
Innanzitutto al contrario di quanto affermato nell’articolo il bitcoin non è anonimo: il contante è anonimo, le materie prime sono anonime, i titoli al portatore sono anonimi. Il bitcoin è pseudonimo, come una casella di posta elettronica.

UN GIORNALISTA AFFERMATO, NONCHE' VICEDIRETTORE DEL SOLE 24 NON PUO' COMMETTERE UN TALE ERRORE, SENZA CONTARE CHE E' STATO MESSO PER ORE NELLA PRIMA PAGINA DEL SOLE 24ORE ONLINE

Il bitcoin è anche tracciabile: l’affermazione dell’autore che il mercato sia “una prateria per evasori, riciclatori e bande di criminali” è apodittica e assiomatica. Chi sarebbero gli “evasori”? Ed i “riciclatori”? E quali sarebbero le “bande di criminali”? Basta leggere il rapporto antiriciclaggio dell’UIF per rendersi conto che solo in Italia e solo nei primi sei mesi dell’anno, sono stati versati (non usati, ma versati) oltre 94 MLD di euro in contanti.
Inoltre, qualora solo lo 0,1% della stima dei flussi mondiali di capitali illeciti (nella sola Italia la stima dell’economia illegale e criminale si attesta sui ~ 200 miliardi di euro annui, fonte ISTAT) utilizzasse il bitcoin, vi sarebbe una pressione sulla domanda di acquisto di bitcoin molto elevata che farebbe schizzare verso l’alto il prezzo. Da qui la contraddizione:
  • (i) il prezzo del bitcoin è totalmente slegato dalla domanda,
  • ovvero (ii) l’economia illegale non usa bitcoin bensì i contanti.
Nell’articolo si cita un rapporto BCE del 2015 sulle valute digitali. La citazione virgolettata che bitcoin sarebbe «la più grande minaccia potenziale per la politica monetaria e la stabilità dei prezzi, per la stabilità finanziaria e la vigilanza prudenziale» non è corretta: mai nel rapporto viene affermato questo. 
 INCREDIBILE ...VEDETE DI CAPIRE...ASSOB.IT AFFERMA CHE PLATEROTI ALESSANDRO HA SCRITTO IL FALSO E RIPETUTAMENTE

Al contrario nel report in questione viene ribadito che, in quanto fenomeno marginale, le valute digitali non costituiscono un rischio concreto per politica monetaria, stabilità dei prezzi e funzionamento del sistema dei pagamenti. Più volte viene ripetuto che le monete digitali non costituiscono una minaccia reale e non esiste alcun rischio concreto. Inoltre lo stesso report mette in luce gli aspetti positivi delle “virtual currencies”: innovazione nel sistema finanziario, vantaggi per le comunità virtuali e miglioramento dei pagamenti cross-border.
Ancora: in Bitcoin nessun “conto” viene aperto né può essere aperto, ma l’utente può esclusivamente creare un indirizzo su cui vengono inviati bitcoin, indirizzo che è generato da una chiave privata, che costituisce l’elemento con cui i bitcoin vengono successivamente inviati ad altro indirizzo. Quindi nessuno apre conti, nessuno intesta fiduciariamente o tramite prestanome o complici, ed i bitcoin non cambiano né Stato né giurisdizione perché non sono in nessuno Stato né in alcuna giurisdizione. Diventa pertanto impossibile seguire l’iperbole del giornalista, che si avventura in un terreno per lui inesplorato e senza alcuna mappa, dato che tace in merito agli approfondimenti svolti in Unione Europea e prescinde addirittura dallo schema pubblicato da parte del dipartimento del Tesoro in merito all’introduzione della IV direttiva antiriciclaggio che contempera i bitcoin (valute virtuali).
Di seguito riportiamo ulteriori passaggi a nostro avviso censurabili:
“Bitcoin ha già oggi 500mila conti individuali attivi da cui si originano 100mila transazioni al giorno, con un totale accumulato di 198 milioni di operazioni effettuate.” Assumendo che per “conti” si voglia parlare di utenti, non sono citate le fonti di questi dati ma dato che la sola Coinbase (che richiede KYC per l’acquisto dei bitcoin) (dichiarava mesi fa 3 milioni di iscritti)[http://btcgeek.com/coinbase-reaches-3-million-wallets/] il numero di “conti individuali” appare sottovalutato. Per quanto riguarda il numero delle transazioni quotidiane, i dati pubblici delle transazioni sembrano ammontare quasi al triplo rispetto a quanto affermato dall’autore (https://blockchain.info/it/charts/n-transactions).

ALESSANDRO PLATEROTI HA SCRITTO UNA SERIE DI INFORMAZIONI SBAGLIATE! NON UNA MA UNA SERIE MOSTRUOSA!

“la Cina abbia quasi commissariato le piattaforme di scambi in Bitcoin a Shanghai e Hong Kong.” Sarebbe interessante avere le fonti di tali affermazioni, mentre sul “quasi commissariamento” degli exchange cinesi sarebbe necessario un approfondimento. A nostra conoscenza ci sono solo delle ispezioni della PBOC in alcuni exchange, ispezioni che hanno indotto questi ultimi ad introdurre fees negli scambi (fino ad allora non previste) e migliorare le procedure di KYC.
“Alla fine della giostra, i capitali hanno preso il volo con destinazione ignota, e l’intera operazione non lascia traccia né sui radar delle autorità finanziarie n di quelli dell’antiriciclaggio o di controllo sull’esportazione di capitali.” Come già accennato i dati pubblici ci dicono che è il contante, specie nei suoi tagli alti, lo strumento di elezione per tali operazioni e non certo il bitcoin.

Share/Bookmark

ETHERIUM (ETH) MERCATO LIBERO VI AVEVA AVVISATO! 30% IN UN MESE

APPENA ROTTA L'ENNESIMA RESISTENZA COME VEDETE DAL GRAFICO (adesso quota 13.58)
MA NOI ERAVAMO ENTRATI A 10.60 A INIZIO MESE. IL SEGNALE LO AVEVAMO ANCHE REGALATO A TUTTI VOI SUL BLOG
 


leggi l'articolo del 4 febbraio !!!  ETH BY MERCATO LIBERO
vuoi ricevere le indicazioni su cosa comprare, quando comprare e quanto comprare di una criptovaluta?
Vuoi puntare, senza usare leve a raddoppiare i tuoi investimenti in 12 mesi?
VUOI VIVERE DA PROTAGONISTA IL NUOVO MERCATO DELLE CRYPTOCURRENCIES?

ALLORA ABBONATI A
BIGBIT
SEGNALI DI TRADING SU CRYPTOCURRENCIES
abbonamento annuo 990 euro IVA INCLUSA (sconto 20% se pagato in bitcoin) .
-SCONTO ULTERIORE DI 10 % SE DIMOSTRI DI ESSERE AFFILIATO A NOI SULLA PIATTAFORMA BITFINEX , SE TI ISCRIVI ENTRO FINE MARZO E SE PAGHI IN ETH
 (puoi richiedere indietro i soldi pagati se nei primi tre mesi i risultati dei segnali non sono stati positivi) 
PER INFO : MERCATILIBERI@GMAIL.COM


BITFINEX  
PARTNERSHIP CON
WMO/MERCATO LIBERO
RICORDATI CHE PER POTER PREPARARTI A QUESTO NUOVO SERVIZIO SULLE CRIPTOVALUTE DEVI  INIZIARE AD APRIRE IL CONTO SU BITFINEX (E SU UN ALTRO EXCHANGE DI CUI DARO' I DETTAGLI AI SOLI INTERESSATI AL SERVIZIO)
ISCRIVITI GRATUITAMENTE AL PORTALE DI TRADING PIU' POTENTE E LIQUIDO LA MONDO E INSERISCI IL NOSTRO CODICE DI PARTNERSHIP
LINK ALL'EXCHANGE
   BITFINEX             
al momento dell'iscrizione (gratuita) potrai inserire il codice di affiliazione (seguendo le istruzioni presenti sul sito)

8h0aOCE42Q
AVRAI DIRITTO A :
1) SCONTO DEL 10% SULLE COMMISSIONI PER UN MESE
2) SCONTO DEL 10% SUL SERVIZIO DI SEGNALI DI TRADING SU CRIPTOVALUTE
3) OGNI ANNO REGALEREMO UN ABBONAMENTO AI SEGNALI DI TRADING OGNI 5O AFFILIATI OPERATIVI (ovvero che abbiano almeno fatto 1 operazione e lo possano dimostrare)!
 il primo abbonamento in regalo verra' estratto a fine marzo. il vincitore, se dovesse aver gia' sottoscritto l'abbonamento potra' ricevere indietro i soldi pagati! 

 PER INFO : 
MERCATILIBERI@GMAIL.COM

E ATTENZIONE A ETH

Share/Bookmark

BLOCKCHAININVEST 2 - UNA DELLE POCHE VOLTE IN CUI I TRENI PASSANO UNA SECONDA VOLTA!

BITCOIN E BLOCKCHAIN A LUGANO 


ieri pomeriggio nella bella Lugano ero in visita a un noto family office. Il responsabile dell'ufficio voleva capire di piu' su come investire nel mondo delle criptovalute.

Una sua obiezione era l'etf in arrivo su bitcoin. Infatti lui sosteneva che l'acquisto del bitcoin per i suoi clienti poteva essere al massimo utilizzato a copertura di una crisi mondiale, come  bene rifugio alla stregua dell'oro.

Quindi basta aspettare l'etf americano e comprarlo, cosi come si compra un qualsiasi prodotto finanziario.

BEH...E' STATO VERAMENTE DIFFICILE  NON SCOPPIARE A RIDERE....ERO BASITO DELLA INCAPACITA' DI ANALISI DI QUANTO STA ACCADENDO NEL MONDO DELLE CRIPTOVALUTE...

Infatti i soldi si fanno dove pochi arrivano..

Personalmente parlando ..io vendero' i bitcoin tre ore dopo l'arrivo sul mercato (non della autorizzazione)  del famoso etf.....e comprero' massivamente ETH..in quanto e' certo..entro pochi mesi uscira' poi l'etf su eth.

E' normale...e' la legge del mercato..Il bitcoin per un bel po cessera' di salire...anzi magari correggera' dai massimi significativamente  ..e l'eth potra' triplicare ...

e dopo l'eth ci sara' sicuramente tanto da fare e tanto da investire...a partire dalla Ico che Blockchaininvest fara' nelle prossime ore..e altre monete che stanno migliorando le loro caratteristiche in questi mesi.

INSOMMA QUESTO PER DIRVI CHE IL MONDO DELLE CRIPTO NON SI FERMA AL BITCOIN, ANZI I SOLDI VERI SI FARANNO CON ALTRE CRIPTO ..PROPRIO GRAZIE AL BITCOIN..

 ma non vi preoccupate:
il SOLE24ORE vi dice che :
 IL BITCOIN E' BRUTTO E 
MANGIA I BAMBINI!!!
VIENI A CAPIRE CHI HA RAGIONE!

Dopo anni di crisi la Crypto Economy sconvolgerà
l’economia e il futuro del denaro!

Ne parliamo a Lugano il 2 marzo 2017 - alle ore 17:00 

Evento GRATUITO ma privato solo su invito, pregasi confermare presenza a: mercatiliberi@gmail.com

IN OCCASIONE DELL'EVENTO AVRAI MODO DI CONOSCERE I DETTAGLI DI BLOCKCHAININVEST 2 
a un mese dalla partenza di BLOCKCHAININVEST 1 e dopo una performance spettacolare alla fine del primo mese....ecco che a grande richiesta proponiamo il secondo treno per investire nel mondo delle cripto
ABBIAMO POCHI POSTI DISPONIBILI E VISTO L'INTERESSE CHE STIAMO RICEVENDO, TI CONSIGLIO DI RISERVARE UN POSTO ANCHE IN QUESTI GIORNI

MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

NEL MIRINO DELLA AGENZIA DELLE ENTRATE TUTTI I RESIDENTI AIRE! AL VIA CONTROLLI E VERIFICHE A TAPPETO

Articolo di 

L’articolo 7 del DL 22-10-2016 (G.U. 24-11-2016 n. 249), rubricato “Riapertura dei termini della procedura di collaborazione volontaria e norme collegate” contiene un comma che forse è passato fin troppo sotto traccia, anche fra gli addetti ai lavori.
Il comma 5 di tale articolo recita testualmente: “Dopo il comma 17 dell’articolo 83 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, sono inseriti i seguenti commi: «17-bis. I comuni, fermi restando gli obblighi di comunicazione all’Agenzia delle entrate di cui al comma 16, inviano entro i sei mesi successivi alla richiesta di iscrizione nell’anagrafe degli italiani residenti all’estero i dati dei richiedenti alla predetta agenzia al fine della formazione di liste selettive per i controlli relativi ad attività finanziarie e investimenti patrimoniali esteri non dichiarati; le modalità effettive di comunicazione e i criteri per la creazione delle liste sono disciplinati con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate da adottarsi entro tre mesi dall’entrata in vigore della presente disposizione. 17-ter. In fase di prima attuazione delle disposizioni del comma 17-bis, le attività ivi previste da parte dei comuni e dell’Agenzia delle entrate vengono esercitate anche nei confronti delle persone fisiche che hanno chiesto l’iscrizione nell’anagrafe degli italiani residenti all’estero a decorrere dal 1° gennaio 2010 e ai fini della formazione delle liste selettive si terrà conto della eventuale mancata presentazione delle istanze di collaborazione volontaria di cui agli articoli da 5-quater a 5-octies del decreto-legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 1990, n. 227.“.
In sostanza:
  • A regime i Comuni dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate i nomi di tutti i cittadini che faranno richiesta di iscrizione all’AIRE e ciò al fine di creare liste selettive di soggetti da sottoporre ad eventuali verifiche;
  • In fase di prima attuazione, i Comuni segnaleranno i nominativi dei cittadini italiani che abbiano fatto richiesta di iscrizione all’AIRE a partire dal primo gennaio 2010 e l’Agenzia delle Entrate, incrociando tali dati con quelli di coloro che hanno presentato istanza di VD, formerà liste selettive di contribuenti successivamente oggetto di possibili verifiche per mancata compliance fiscale.
Le informazioni così acquisite potranno inoltre dar luogo a richieste di informazioni di gruppo nel caso in cui il contribuente italiano abbia trasferito la residenza in un Paese straniero con cui vige un accordo che preveda lo scambio di informazioni con l’Italia.

I nuovi controlli su pensionati ed expats
La legge precisa che i nominativi di tutti i pensionati e di tutti gli espatriati iscritti all’Aire dopo il primo gennaio 2010 saranno inseriti in una lista per i controlli relativi alle attività e agli investimenti finanziari all’estero non dichiarati in Italia e che, per formare le liste selettive dei controlli si incroceranno i dati dei residenti all’estero e di coloro che hanno presentato istanza di collaborazione volontaria
Occorre ricordare che tutti coloro che hanno presentato istanza di collaborazione volontaria sono già stati inseriti nella banca dati Cover proprio allo scopo di individuare le persone fisiche, residenti, che hanno dichiarato al fisco, nel regime agevolato, le attività finanziare estere da essi possedute. Tuttavia l’incrocio dei dati delle liste suddette appare una contraddizione ed una forzatura, infatti i residenti all’estero non avevano la facoltà di aderire al regime di collaborazione volontaria, riservata solo alle persone fisiche residenti in Italia, quindi, a parte casi limite per meri motivi prudenziali o per effettiva volontà di disvelamento di una fittizia residenza all’estero, non vi sarà alcun dato da incrociare in quanto per i cittadini italiani residenti all’estero, come individuati nelle liste selettive consegnate dai comuni all’AF, sarebbe stato impossibile presentare l’istanza.
Pertanto tutte le persone fisiche espatriate: pensionati, giovani, ricercatori, imprenditori, cercatori di speranza, sono potenzialmente nel mirino dell’Agenzia delle Entrate, che cercherà di ricondurne la residenza, e dunque l’assoggettamento a tassazione, in Italia.
Quanti sono gli italiani all’estero
Dal 2010, quando gli italiani residenti all’estero erano 2,3 milioni, oggi, nel 2016 siamo giunti a circa 4,5 milioni, raddoppiando in soli 5 anni la popolazione che ha deciso di trasferirsi stabilmente fuori dal Paese, per i motivi più diversi, ma sostanzialmente, per cercare di sopravvivere alla crisi ed alle problematiche socio-politiche interne.
Il trend è crescente e continuo, ma sembra che il Governo, invece di favorire il rientro dei connazionali, sebbene fosse stata emanata un norma temporanea di favore di cui alcuni avevano usufruito, cerchi di sottoporre a controlli severi tutti coloro che sono andati all’estero, anche giovani in cerca di lavoro o anziani, che cercano di trascorrere più agevolmente gli anni della pensione.
Chi rischia maggiormente
Certo che le modalità del controllo più che un segnale forte a chi pensasse di evadere redditi prodotti all’estero, sembrano un modo per salvaguardare le esigenze di cassa con i «nuovi» emigranti.
Dunque la caccia è aperta!
Le categorie più a rischio sono sicuramente i lavoratori autonomi all’estero ed i lavoratori specializzati (ricercatori), per i quali l’Af potrebbe cercare di ricondurre la effettiva residenza in Italia sulla base di criteri territoriali anche famigliari e personali.
Ma una categoria sicuramente a rischio è quella dei pensionati, che sono più di 500.000, con un trend in crescita addirittura del 40% nel 2014, e che hanno deciso di trasferire la residenza in quei Paesi dove possono spendere meno e vivere meglio, come in genere i Paesi più caldi (Portogallo, Marocco, Canarie, Paesi sud-americani e caraibici, ecc.).
Essi oggi usufruiscono della esenzione quasi totale dalla tassazione italiana e della percezione della pensione al lordo delle ritenute fiscali e previdenziali, in quanto le Convenzioni in essere con l’Italia consentono ai Paesi di emigrazione di tassare al posto nel nostro Paese, pertanto abbassando le aliquote sui redditi da pensione essi riescono ad attrarre quanti più residenti possibile.
Su di essi grava già la spada di Damocle dell’Inps il cui presidente, poco tempo fa, aveva già suggerito di intervenire con una norma che riducesse la parte non tassabile delle pensioni pagate ai cittadini italiani residenti all’estero.
Conclusione - Il test della resistenza delle residenze estere

Per quanto riguarda tutti i soggetti emigrati all’estero post-crisi, il suggerimento è di affidarsi ad un professionista esperto in materia di fiscalità internazionale che possa valutare adeguatamente la esistenza delle condizioni necessarie e sufficienti per avere la  residenza fiscale all’estero e poter essere sicuri di non incorrere in sanzioni o riprese.

WMO LUGANO E' A VOSTRA DISPOSIZIONE PER CONSULENZE SU VOLUNTARY DISCLOSURE E RISPETTO DEI PARAMETRI NORMATIVI CHE GARANTISCONO LO STATUS FISCALE DI RESIDENTE ESTERO.

INFO@WMOGROUP.COM


Share/Bookmark

INTESA ABBANDONA GENERALI: HA TROPPI BTP

Messina pare abbia rinunciato a conquistare Generali perche' nelle ultime settimane la situazione dell'italia volge al peggio.
Generali ha 70 miliardi di Btp e il problema sarebbe stato troppo grave ....
MEDITATE AMICI ....MEDITATE

Share/Bookmark

CAPACCIOLI E COINLEX DISTRUGGONO ALESSSANDRO PLATEROTI , VICEDIRETTORE DEL SOLE24ORE! IL BITCOIN E LA BLOCKCHAIN VINCONO E PLATEROTI ESCE ANNIENTATO


Bitcoin: ovvie falsità sulla stampa.


L’innovazione concettuale del bitcoin mette in difficoltà coloro che hanno la pretesa di fare informazione “decente” senza un’adeguata preparazione.
Fino a che vengono pubblicate idee strampalate su un blog non vedo alcun problema, ma quando sul principale quotidiano economico leggo (Banche centrali, guerra ai Bitcoin) provo un certo sgomento.
L’idea alla base dei Bitcoin è stata infatti creare una valuta digitale che fosse indipendente da ogni tipo di autorità o governo nazionale e che permettesse di effettuare pagamenti elettronici a livello globale senza controlli, in maniera istantanea e soprattutto anonima. Tutte cose interessanti per lo sviluppo del commercio digitale globale non agganciato all’altalena dei tassi di cambio e dei tassi di interesse. Ma anche innovazioni da maneggiare con cautela. Anonimato e non tracciabilità sono due caratteristiche che trasformano un mercato in un far west, in una prateria per evasori, riciclatori e bande di criminali che vogliono spostare capitali illeciti senza lasciare traccia, odore o impronta.
Dette affermazioni necessitano di alcuni precisazioni, o meglio, di un invito a studiare, approfondire e comprendere.
  1. L’idea alla base del Bitcoin è quella di creare un sistema che non si basi più sulla fiducia e su enti centrali.
  2. Il bitcoin non è anonimo (il contante è anonimo, le materie prime sono anonime, i titoli al portatore sono anonimi), il bitcoin è pseudonimo. Il bitcoin è come una casella di posta elettronica.
  3. Il bitcoin è tracciabile. Chiedete ad un ragazzino che si sia preso la briga  di leggere qualche blog informativo per saperlo.
  4. L’affermazione che il mercato è una prateria per evasori, riciclatori e bande di criminali è (come sempre) apodittica e assiomatica. Chi sarebbero gli “evasori”? Ed i “riciclatori”? E quali sarebbero le “bande di criminali”? Basta leggere il rapporto Antiriciclaggio dell’UIF per rendersi conto che solo in Italia e solo nei primi sei mesi, sono stati versati (non usati, ma versati) oltre 94 MLD di euro in contanti.
  5. Infine, basta avere letto qualche pagina di un libro di economia for dummies per fare due banali conti per dimostrarne l’assoluta incongruenza. Qualora lo 0,1% della stima dei flussi mondiali di capitali illeciti (nella sola Italia la stima dell’Economia illegale e criminale si attesta sui ~ 200 miliardi di euro annui, fonte ISTAT) utilizzasse il bitcoin, è agevole comprendere come vi sarebbe una pressione sulla domanda di acquisto di bitcoin molto elevata che farebbe schizzare verso l’alto il prezzo. Da qui la contraddizione: (i) il prezzo del bitcoin è totalmente slegato dalla domanda, ovvero (ii) l’economia illegale non usa bitcoin bensì i contanti.
Ma il problema non si arresta a queste affermazioni, ma esonda.
In Italia se ne parla poco a livello ufficiale, ma non tra le istituzioni. Banca d’Italia e Consob hanno messo sotto stretta sorveglianza l’intero mercato della valuta digitale monitorando soprattutto il suo uso negli acquisti di beni e servizi: la diffidenza degli italiani nell’uso della carta di credito, in questo senso, non sembra estendersi al portafoglio dei Bitcoin.
La carenza di conoscenza  diventa imbarazzante, dato che Banca d’Italia si è distinta per essere innovativa e proattiva (i documenti cui si fa riferimento sono del Gennaio 2015, oltre due anni fa) e la stessa Banca Centrale Italiana ha tenuto un interessante  Convegno nel Giugno 2016, cui si rimanda.
Di tenore analogo è un documento riservato di un’authority nazionale di cui si conosce in realtà ben poco: la Italian Financial Intelligence Unit. (…) «La task force italiana – spiega ancora la Bce – ha diffuso una circolare in cui mette in guardia le banche sull’uso anomalo delle monete virtuali: gli intermediari devono segnalare immediatamente le operazioni sospette in Bitcoin e le transazioni che potrebbero nascondere non solo il riciclaggio di denaro, ma anche il finanziamento di gruppi terroristici».
Diventa difficile seguire questo ragionamento su un presunto documento (anche per la costruzione lessicale) dato che, in realtà,  in Italia esiste la Unità di Informazione Finanziaria (UIF). L’UIF ha emesso un documento (in data 01.02.2015) denominato “Utilizzo Anomalo di Valute Virtuali” che è pubblico e di facile comprensione che non dice quanto asserito.

Ciò sarebbe sufficiente per dimostrare la pochezza di approfondimento e l’uso di strutture concettuali obsolete, ma la fine dell’articolo diventa paradossale per l’insieme di banalità non supportate da alcuna evidenza scientifica, ma esclusivamente basate su concetti che il bitcoin intende superare.
Il secondo passo, è trasferire il denaro reale dal proprio conto bancario a quello aperto in Bitcoin, operazione non monitorata in quanto originata su piattaforme nazionali. E qui nasce il problema. Non potendo più essere tracciato (non c’è più intermediario bancario vigilato a registrare le transazioni), il titolare del conto trasferisce indisturbato il patrimonio in Bitcoin su un altro conto personale (aperto negli Usa o in Europa) intestato a parenti o soggetti terzi compiacenti o addirittura complici: a operazione avvenuta, i Bitcoin cambiano paese di residenza e giurisdizione, lasciando al proprietario la possibilità di scegliere il momento giusto per spenderli o cambiarli in altra valuta.
Alla fine della giostra, i capitali hanno preso il volo con destinazione ignota, e l’intera operazione non lascia traccia né sui radar delle autorità finanziarie n di quelli dell’antiriciclaggio o di controllo sull’esportazione di capitali.
Prove certe sulla relazione tra le distorsioni e le oscillazioni di prezzo dei Bitcoin e le manipolazioni valutarie e finanziarie che si consumano dietro la valuta digitale ancora non esistono. Per ora solo le autorità di vigilanza cinesi hanno trovato una correlazione tra il boom dei Bitcoin e la fuga di capitali dalla Cina: il balzo del volume delle transazioni in Bitcoin e la caduta dello yuan hanno un comune denominatore nelle tensioni finanziarie internazionali che generalmente alzano tensione e polverone tra Governi e sul mercato dei cambi.
L’autorevolezza di chi scrive si nota anche dall’attenzione con cui utilizza i termini. Preciso che il termine Bitcoin con la “B” maiuscola, viene utilizzato per descrivere il protocollo e con la “b” minuscola per l’unità di conto (bitcoin).
Nessun conto viene aperto né può essere aperto, ma l’utente può esclusivamente creare un indirizzo su cui vengono inviati bitcoin, indirizzo che è generato da  una chiave privata (che costituisce l’elemento con cui i bitcoin vengono successivamente inviati ad altro indirizzo).
Quindi nessuno apre conti, nessuno intesta fiduciariamente o tramite prestanome o complici, ed i bitcoin non cambiano né Stato né Giurisdizione perché non sono in nessuno Stato né in alcuna Giurisdizione.
Diventa pertanto impossibile seguire l’iperbole del giornalista, che si avventura in un terreno per lui inesplorato e senza alcuna mappa, dato che tace in merito agli approfondimenti svolti in Unione Europea e prescinde addirittura dallo Schema pubblicato da parte del Dipartimento del Tesoro in merito all’introduzione della IV Direttiva Antiriciclaggio che contempera i bitcoin (valute virtuali).

Il bitcoin è un nuovo paradigma che disintermedia le transazioni attraverso la creazione di un protocollo che non si basa sulla fiducia.
La conclusione ad effetto dell’articolo diventa incomprensibile per chi si occupa di tali strumenti, se non alla luce delle false ovvietà lette sopra.
Il problema, è che a fare le spese di queste dinamiche opache e speculative non è solo la credibilità delle istituzioni, ma anche il piccolo investitore che in buona fede compra Bitcoin pensando al futuro radioso della tecnologia finanziaria. Ma senza regole appropriate, reale o digitale che sia fa poca differenza: è solo gioco d’azzardo 4.0.
A quanto mi risulti non vi è alcun promotore di investimento in bitcoin (semmai in valuta virtuale centralizzata, ma li è un’altra storia), nessun fondo speculativo in bitcoin (il fondo dei gemelli Winklevoss è ancora in attesa di approvazione), nessuna dinamica opaca (il tutto è sempre e continuamente tracciabile sulla blockchain) e chiunque investa in bitcoin è assolutamente consapevole dei rischi che assume.
Personalmente mi stupisco di come il principale giornale economico italiano abbia inteso dar voce senza alcuna verifica né controllo sul contenuto di quanto pubblicato oggi, ma non voglio pensare che questo possa inserirsi in una strategia di demolizione e demonizzazione.
Stefano Capaccioli

Share/Bookmark

ALESSANDRO PLATEROTI VICEDIRETTORE DEL SOLE 24ORE ! SU BITCOIN E' STATO PAGATO? DA CHI? COME MAI? IL MISTERO E' FORTE E GLI INDIZI VANNO ALLA ELITE DEL POTERE DI CONFINDUSTRIA PER SALIRE VERSO BANCA DI ITALIA E PER FINIRE A PADOAN! MA SARA' POSSIBILE?

 ECCO LA NOTA DI VINCENZO DI NICOLA, IMPRENDITORE DI SUCCESSO CHE IN ITALIA HA CREATO CONIO, NEL SETTORE BLOCKCHAIN E BITCOIN
 Vincenzo Di Nicola   Ci ho pensato prima di scrivere, anche perche' Facebook non e' il luogo adatto per certe discussioni. Pero' e' davvero scoraggiante leggere pezzi di confusione e disinformazione (in gergo, FUD, tipico della propaganda di sabotaggio) da parte del giornale di riferimento per l'Economia e Finanza in Italia.

Il Bitcoin ha appena raggiunto i suoi massimi storici. Dal Sole 24 Ore mi sarei aspettato una giusta analisi dei rischi ed opportunita', magari prudenza a comprare al picco, o comunque una comparazione con altre valute o titoli. Non so chi ha commissionato l'articolo, ma non e' professionale usare il "latinorum" di Don Abbondio in prima pagina per non spiegare assolutamente niente.
 VINCENZO DI NICOLA DICE CHE L'ARTICOLO E' STATO COMMISSARIATO . E QUI IL DUBBIO E' CHE SIA STATO LO STATO, IL GOVERNO, LE ISTITUZIONI ALLA VIGILIA DI UN CRASH DEL SISTEMA ITALIA
DEL RESTO LA BORSA ARRANCA E LO SPREAD E' CONTINUATO A SALIRE...L'ECONOMIA PROPRIO NON GIRA E I GIOVANI E LE IMPRESE CONTINUANO AD ABBANDONARE IL PAESE.

Il Sole 24 ORE: mia madre (70enne, una vita allo sportello alle Poste e Telegrafi) anni fa ha ricevuto inviti "sicuri" a comprare obbligazioni del Monte dei Paschi. Oggi viene sollecitata da promotori finanziari a compare obbligazioni di banche definite "sicure", quando invece hanno rating BBB- (ossia sull'orlo della spazzatura) rendendo solo il 3%. A me sono queste le cose che preoccupano ed inquietano parecchio, e su cui dovreste davvero fare informazione.
Io mi aspetto da un giornale prestigioso come il Sole 24 Ore che pensi anche alla gente normale, quella gente che ha lavorato sodo per i propri risparmi e che e' purtroppo facilmente circuibile da paroloni, e che ci sia vera e seria divulgazione di cultura finanziaria. E' davvero estremamente importante ora piu' che mai, in un Paese che si sta impoverendo a vista d'occhio da dentro e raggirato da fuori.
Il Bitcoin, cosi' come le nuove tecnologie, pone sicuramente degli interrogativi (che e' giusto porsi) ma puo' essere davvero un enorme veicolo di sviluppo per l'Italia. Non possiamo piu' permetterci il lusso di essere semplici osservatori su ogni cosa e finire come sempre schiacciati da forze esterne. Basta, davvero.
IN EFFETTI LA SVIZZERA LO HA CAPITO BENISSIMO E NE STA APPROFITTANDO E ALLA GRANDE..OGGI RIDEVAMO TUTTI IN PIAZZA RIFORMA MENTRE LEGGEVAMO L'ARTICOLO DEL SOLE 24ORE..
C'e' una moneta che simbolizza bene l'Italia: le 50 lire. Esteticamente belle, dall'apparenza solide, che pero', a furia di martellate sui genitali (come la sua immagine suggerisce) sono sparite.
Il Sole 24 ORE: non contribuire a far sparire l'Italia. Almeno non senza nemmeno tentare di lottare.

CARO LETTORE ....NON HAI ANCORA CAPITO CHE L'ITALIA STA PER DISTRUGGERE TUTTI I RISPARMI DI UNA VITA???
PORTA TUTTO IN SVIZZERA..POTRESTI NON AVERE MOLTO TEMPO
PER INFO: MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

ITALIA PRONTA A UNA CRISI ENORME? LA BORSA E IL SOLE 24 ORE PENSANO DI SI

mercato azionario sotto pressione
oro sui massimi
bitcoin sui massimi
E..UN 240RE CHE ATTACCA CON VIOLENZA IL BITCOIN....
temo che si arrivi presto a un PROBLEMA GIGANTE PER I RISPARMI NELLE BANCHE ITALIANE.....ATTENTI... 

LO SPREAD BTP BUND SI ALLARGA DA DUE ANNI..
GLI ISTITUZIONALI E I FONDI HEDGE PER DUE ANNI HANNO CARICATO IL FUCILE..
FRA POCO INIZIA LA CACCIA AL CULO ITALIANO!

Share/Bookmark

ALESSANDRO PLATEROTI del SOLE 24ORE SBROCCA SU FACEBOOK PER COLPA DEL BITCOIN:: "Bravo, cestinati pure il culo" "Ai cafoni si risponde con pernacchia. Impara educazione e torna, deficente"

QUESTA È UNA CONVERSAZIONE IN FACEBOOK IN PUBBLICA CHAT DOVE IL SIGNOR GIORNALISTA PLATEROTI FA AFFERMAZIONI MOLTO DURE E VOLGARI A COMMENTI CHE CRITICAVANO IN MANIERA EDUCATA L'ARTICOLO CONTRO I BITCOIN.
CI SI DOMANDA SE UN GIORNALISTA DEL SOLE 24ORE, NONCHÉ VICEDIRETTORE, POSSA PERMETTERSI UN TALE COMPORTAMENTO A MIO MODO DI VEDERE POCO PROFESSIONALE.

Scrive su Facebook Ferdinando M. Ametrano:
Sakamoto, moneta che non esiste... pessimo esempio di giornalismo! Quando Ilsole24ore.com informerà con autorevolezza su bitcoin? Basta con il gossip tecnologico e gli spauracchi sensazionalistici, sono disinformazione. Tentiamo piuttosto di capire cosa sta succedendo nella storia della moneta e se la privacy sia ancora un diritto umano riconosciuto e tutelato Luca De Biase Massimo Chiriatti Alessandro Plateroti


Banche centrali, guerra ai Bitcoin
Uno spettro si aggira sulle banche centrali, ma non è il Cigno Nero dell'economia mondiale: è la bolla speculativa dei Bitcoin, il Brutto Anatroccolo del mercato valutario
ilsole24ore.com
Stefano Mrtz Nonostante tutto è comprensibile. Bitcoin è tutto ciò che uno stato non vuole. Dal loro punto di vista sono coerenti.
Giorgio Maria Mazzoli
Giorgio Maria Mazzoli Bravo Ferdinando!!!
Carlo Clerici
Carlo Clerici Rispondi direttamente a loro, apriti al dialogo e scardinarli dall'interno. Taggarli su FB ha poca importanza.
Ferdinando M. Ametrano
Ferdinando M. Ametrano dialogo con loro: specialmente Chiriatti, Soldavini e De Biase. Se vorranno ospitare una mia risposta con la stessa evidenza data a Plateroti io sono disponibile
Mariano Giovanni Carozzi "Unione tra tecnologia e furbizia" non ho parole ...
Ferdinando M. Ametrano
Ferdinando M. Ametrano altri riescono solo ad unire conservatorismo ed ignoranza
Alexander Ainslie ...and the best performing currency, worldwide, five years running ...Visualizza
Stefano Capaccioli
Davide Cusinato
Davide Cusinato "Satoshi Nakamoto, il presunto ingegnere di Tokyo che nel 2008 ne rivendicò la paternità, si è scoperto ora che non esiste affatto, né in Giappone né sul web. Vero è che uscire allo scoperto non conviene più nemmeno a lui: le autorità di vigilanza fina...Altro...

Alessandro Plateroti
Alessandro Plateroti Bravo, cestinati pure il culo
David Riva
David Riva Professor Ametrano sono totalmente d'accordo con lei. Da italiano che vive all'estero da ormai 6 anni e felicemente, vedere come in Italia si strumentalizzi l'informazione ha dell'allucinante! Figuriamoci poi in questo caso dove vengono "attaccati" su un loro terreno fertile. Da qui in avanti ne vedremo delle belle. Grazie per condividere!
Alessandro Plateroti
Alessandro Plateroti Ai cafoni si risponde con pernacchia. Impara educazione e torna, deficente
Paolo Barrai
Paolo Barrai questo articolo è EVIDENTEMENTE chiesto da qualcuno dall'alto . purtroppo prendere stipendi a fine mese impone certi obblighi. e' assolutamente evidente
AGGIUNGO CHE UN GIORNALISTA DEL SOLE24ORE CHE PARLA IN QUESTO MODO IN UNA PUBBLICA CHAT MI FA PENSARE E NON POCO....INOLTRE HA SCRITTO MALE LA PAROLA  DEFICENTE....

Share/Bookmark