ITALIA 2015 : MEDIOEVO PER LE MASSE DI SCHIAVI E RINASCIMENTO PER POCHI (I MIGLIORI)


MERCATO LIBERO

MERCATO LIBERO
accedi al nuovo sito

MA CI SI PUO' FIDARE DELL'ULTIMO DECRETO LEGISLATIVO PER FAVORIRE LA VOLUNTARY DISCLOSURE?

SCRIVE IL FATTO QUOTIDIANO, RIPRENDENDO IL SOLE 24 ORE:

Nell’ultima versione del decreto legislativo sulla certezza del diritto spunta una sanatoria per quanti hanno evaso il fisco in anni per i quali sono scaduti i termini di accertamento e ora aderiscono alla procedura per il rientro dei capitali dall’estero. Non solo non rischieranno il carcere, ma per quei periodi di imposta non dovranno neppure pagare sanzioni o imposte. A scriverlo è Il Sole 24 Ore, che sottolinea come si tratti di “una novità anche rispetto a regolarizzazioni e sanatorie passate, per le quali, invece, la non punibilità era comunque subordinata al pagamento di una determinata somma”.
Il maxi sconto agli evasori non c’era nella bozza esaminata in seconda lettura dal Consiglio dei ministri la settimana scorsa. Ma il quotidiano di Confindustria ha letto il testo trasmesso alle commissioni Finanze di Camera e Senato per il via libera definitivo e ha scoperto che è diverso da quello esaminato dal governo il 17 luglio. Una “manina” ha introdotto questa differenza non da poco.


La versione originaria, per incentivare l’adesione al rientro dei capitali che è partito in sordina a causa di incertezze nell’interpretazione della legge, specificava che chi inserirà nella pratica per la voluntary disclosure anche violazioni di norme fiscali commesse prima del 2009-2010 (anni per i quali le Entrate non possono più muovere contestazioni perché i reati tributari sono prescritti) avrà la certezza di uscirne senza conseguenze penali. Ma dovrà pagare le tasse dovute e le relative sanzioni previste dalla legge approvata lo scorso dicembre. Al contrario, stando al testo arrivato alle Camere per quelle annualità non occorrerà pagare nulla, nemmeno per “delitti anche gravi – si pensi alla dichiarazione fraudolenta o al riciclaggio“.

Di fatto, sottolinea il quotidiano finanziario, “è una norma sblocca-voluntary che tenta di far decollare l’emersione dei patrimoni detenut all’estero”: vale a dire che il governo, a caccia di risorse per la prossima legge di Stabilità, punta soprattutto a far salire il numero di pratiche per il rientro dei capitali e incassare il dovuto in relazione agli ultimi anni. A costo di rendere la norma molto simile a un condono. “Bisognerà capire tutti i reali effetti di questa ampia sanatoria anche sul passato che rappresenta una novità per il nostro ordinamento”, chiosa Il Sole.

MA, AGGIUNGE MERCATO LIBERO, VISTA LA CAPACITA' DI VOLTARE FACCIA DA PARTE DEL NOSTRO GOVERNO..CON REGOLE E LEGGI RETROATTIVE (vedi aumento delle imposte per chi ha effettuato lo scudo..ma non solo) CI SI DEVE ASSOLUTAMENTE DOMANDARE LA TENUTA DI QUESTO DECRETO LEGISLATIVO IN CASO DI AUMENTO DELLE PRESSIONI DELLA SINISTRA...FRA QUALCHE MESE O ANNO...CONTRO I RISPARMIATORI CHE DOVESSERO DECIDERE DI FAR RIENTRARE I RISPARMI NON DICHIARATI IN ITALIA...

SENZA CONTARE CHE DAL PROSSIMO ANNO..I CAPITALI RIENTRATI ENTRERANNO A FAR PARTE DEL MONTE RISPARMI CHE VEDRA' LA NUOVA GRANDE TASSA ...QUELLA DI DONAZIONE/SUCCESSIONE PADRE FIGLI CHE POTREBBE SALIRE  A OLTRE IL 30% CON ABBATTIMENTO FRANCHIGIA 
A quel punto anche il cambio di residenza risultera' probabilmente tardivo e inutile..in quanto la tassazione del risparmio potrebbe avvenire in caso di cambio di residenza ...una sorta di BLOCCO DELLA LIBERTA' INDIVIDUALE E AL LIBERO SPOSTAMENTO DELLE PERSONE E DEI CAPITALI...a Roma gia' se ne parla da tempo...



PER CHI VUOLE UNA CONSULENZA A RIGUARDO DELLA VOLUNTARY DISCLOSURE O DI COME EVITARE LE TASSE DI SUCCESSIONE IN MANIERA LEGALE  : MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

MMMM IN ASIA SI RITORNA ALLA BICICLETTA??? CROLLANO LE VENDITE DI AUTO! COSA FARANNO I TEDESCHI? SEMPLICE CHIEDERANNO ALL'ITALIA UN PO' DI TASSE IN PIU'


Daimler AG VALE CIRCA 80..NON RIGUARDATELA SE NON A 50/60 EURO
VOLKSWAGEN VZ VALE CIRCA 187 NON RIGUARDATELA SE NON A 140 EURO

certo che bottarelli è bravo..ma solo a copiare dai siti giusti...ieri ha preso tre articoli di zero hedge e li ha assemblati..molto bene..ma sono sempre assemblati...

Share/Bookmark

IN TEMPI DI CRISI ATTENTI AL BITCOIN .



SIAMO RITORNATI A UN PASSO DAI 300. 
IL BITCOIN è PASSATO DAI 230 DOLLARI AI 310 IN POCO TEMPO...CON LA SCUSA DELLA CRISI IN GRECIA..
A CRISI GRECA CONCLUSA...ECCO CHE E' AVVENUTO UNO STORNO A 275....MA ORA STIAMO RITORNANDO SU...
NEL FRATTEMPO NEL MONDO LA CRISI SI FA SENTIRE....E NON POCO...

RICORDATEVI CHE POTETE INVESTIRE SENZA COMPRARLO
OTTIMA DIVERSIFICAZIONE DELL'ASSET ALLOCATION
SE VUOI SAPERNE DI PIU' SCRIVI A MERCATILIBERI@GMAIL.COM
IN 48 ORE PUOI FISSARE IL PREZZO DEI TUOI BITCOIN CON ESTREMA FACILITA'.

SIAMO SOCI FONDATORI ASSOB.IT L'ASSOCIATIONE CHE RAGGRUPPA IL MEGLIO DEL MONDO BLOCKCHAIN IN ITALIA
Assobit

Share/Bookmark

CARI AMICI..INFORMATEVI MA SOPRATUTTO AGITE!!!


cari amici, gli ultimi due giorni sono stati molto importanti ..sono accadute cose rilevanti per l'economia mondiale. Siamo forse davanti a una svolta ..e non proprio bella. E' importante informarsi e non dal solito promotore o private banker ma da chi fa da anni informazione indipendente e di qualita'.

Oggi abbiamo avuto oltre 7000 lettori...un record per essere fine luglio e segno che la gente comincia a essere spaventata. Personalmente ritengo che ci siano i presupposti per un rallentamento/recessione mondiale e che un paese come l'italia rischia di ritornare negli inferi...Questa volta pero' potremmo assistere ai bail in , alla ristrutturazione del debito e al congelamento (blocco o confisca) dei conti correnti e delle attivita' finanziarie ...(come in grecia? si come in grecia..e se dovesse accadere...voi rischiate di perdere una gran parte dei risparmi.NE VALE LA PENA?)
SE AVETE VOGLIA DI PERDERE UN PO' DI TEMPO...VI CONSIGLIO LA LETTURA ANCHE VELOCE..DEGLI ULTIMI 20 ARTICOLI (ALMENO I TITOLI)
se volete approfondire mi potete contattare via mail a mercatiliberi@gmail.com. via skype all'indirizzo pbarrai o al telefono 335.6651045.
una buona lettura!

ATTENTI...THE TREND IS YOUR FRIEND UNTIL IT ENDS  ..O QUESTA DEL MERCATO AMERICANO E' UNA FALSA ROTTURA OPPURE LE COSE SONO PARTICOLARMENTE GRAVI!




Share/Bookmark

OGGI A LUGANO HO FATTO FELICE UNA COPPIA DI ANZIANI ITALIANI

lui, Adolfo,  80 anni, ex dirigente di impresa, lei, Margherita,  79 anni, una vita di lavoro in una buona societa' italiana..la somma delle loro pensioni LORDE supera i 9000 euro. Ma netti a fine mese ne rimangono circa 5.000 mila in italia...
Oggi sono venuti dal mio fiscalista a Lugano per valutare di spostare la loro residenza da Saronno a Lugano.
Sono stanchi di doversi preoccupare per mettere al riparo i sudati risparmi di una vita dalle bocche voraci del governo ..stanchi di doversi preoccupare, mentre camminano per strada, di essere scippati da un extracomunitario, stanchi di VIVERE IN ITALIA...
Oggi hanno ricevuto tante e tante buone notizie:
-la totale esenzione da capital gain sul patrimonio, 
-esenzione totale dalla tassa di successione anche sugli immobili in italia (hanno 2 bellissimi figli di 51 anni e 49 con 5 nipotini e vogliono lasciare a loro il frutto di tanto e tanto lavoro....hanno lavorato per la loro vita..e certamente se la sono goduta..ma lo hanno fatto anche pensando ai figli...come è giusto che sia e come farebbe qualsiasi padre di famiglia ) 
-hanno scoperto che possono utilizzare gratuitamente le ottime strutture sanitarie SVIZZERE  ..ma non è finita qua..
-si libereranno di una parte del patrimonio immobiliare donandolo ai figli insieme a un po' di denaro (in modo da usufruire della franchigia per un milione a figlio).
- In svizzera verranno con le loro pensioni e un milione in liquidita'...ebbene...ogni singolo mese invece di pagare 4000 euro di tasse al governo italiano...non supereranno le 1500 ...
QUINDI TUTTI I SANTI MESI VENENDO A RISIEDERE IN SVIZZERA AVRANNO CIRCA 2500 EURO DI ENTRATE AGGIUNTIVE.
VIVA L'ITALIA..(HANNO DETTO USCENDO FELICI E SODDISFATTI...) A SETTEMBRE INIZIERANNO PROBABILMENTE UNA NUOVA VITA...per ora in vacanza in bretannia...un po' di mare ma senza il caldo afoso di molte localita' del sud.

PER QUEL CHE MI RIGUARDA E' STATA UNA GIORNATA BELLISSIMA..HO FATTO FELICI UNA COPPIA DI ANZIANI BRAVI E ONESTI. gli ho dato un progetto su cui lavorare. un progetto di liberta'..
Qualcuno dira' ..MA LIBERTA' A 80 ANNI?  e io vi dico ...SI LA LIBERTA' NON HA PREZZO NE TEMPO!!! LA LIBERTA' E' IL BENE PIU' PREZIOSO CHE ABBIAMO E DIFENDERLO E' UN DIRITTO, UN DOVERE MA SOPRATUTO UN PIACERE..
Lo stato vuole la rovina di alcuni...e' giusto che alcuni siano felici di rovinare chi gli vuole male (andandosene)



Share/Bookmark

GODERSI I FRUTTI DEL RINASCIMENTO

come vi abbiamo avvisato con largo anticipo....abbiamo  staccato gia' da qualche settimana la spina dai mercati azionari. (vedi il portafoglio WMO). Ovviamente il trend del mercato azionario italiano e' ancora RINASCIMENTALE..ma le nubi all'orizzonte spaventano piu' che i vantaggi dati da un petrolio su nuovi minimi , da tassi sotto controllo cosi'come il cambio euro dollaro.
siamo in estate e la volatilita' sale mentre la liquidita' crolla...
MEGLIO GODERSI AL MARE I FRUTTI DEL RINASCIMENTO..LASCIANDO IL MEDIOEVO AI POVERI ITALIOTI CHE RISCHIANO OGNI GIORNO DI PIU' L'OLOCAUSTO DEI LORO RISPARMI E IL BLOCCO DEI CONTI CORRENTI STILE GRECIA....
Del resto siamo stati chiari da sempre..rinascimento solo a patto di una economia mondiale in salute...in caso di recessione...SON DOLORI E TERRIBILI..PEGGIO DEL 2008
La nostra posizione DI RESIDENTI IN SVIZZERA, ci permette di realizzare i profitti in esenzione del capital gain (un 26% di profitti in piu' dell'italiota)..DI GODERCI I FRUTTI DELLE PERFORMANCE MATURATE NEL 2015..E di non temere per il lavoro, ne per nuove tasse, ne per patrimoniali o blocchi dei conti correnti.
Non temiamo neppure la violenza degli immigrati e di tutti coloro che sono poveri e senza speranza...
SIAMO IN SVIZZERA DA TEMPO E CI HANNO SEGUITI IN TANTI..


Share/Bookmark

RISCHIO CALCOLATO RIMANDATO IN ECONOMIA!

OGGI ECCO IL MESSAGGIO DI RISCHIO CALCOLATO
in sintesi cominciavo a delineare il “come” avverrà il collasso finanziario globale.
Cioè attraverso la rottura della catena di accumulo della valuta “forte” da parte dei paesi produttori, Cina in testa. In altre parole, la valanga verrebbe originata dalla mancanza di un compratore di carta occidentale, che anzi da compratore diverrebbe venditore per curare le proprie magagne. A pensarci bene le riserve si accumulano per utilizzarle nei giorni di pioggia.
Magari poi invece scopri che quando ti servono non puoi usarle. Magie della valuta fiat.
Stiamo a vedere popcorn per tutti. (elmetti e mutande di ghisa ben calzati, mi raccomando)


ORA ..NON CI VUOLE UN GENIO PER CAPIRE CHE SE ACCADESSE QUANTO SCRITTO DAL BLOG PEGGIORE DI ITALIA ....I DOLLARI VERREBERO VENDUTI PER COMPRARE YUAN CHE QUINDI SI RAFFORZEREBBE A DISMISURA.
PROPRIO QUELLO CHE NON DEVONO FARE ..ALTRIMENTI L'ECONOMIA CINESE FRENA ANCORA DI PIU...CON LE GIA' DEBOLI FABBRICHE CHE NON ESPORTEREBBERO NEPPURE UNO SPILLOOO..LICENZIAMENTI A CATENA  FALLIREBBERO LE IMPRESE..FALLIREBBERO LE BANCHE CINESI ...E ALLA CINA NO RESTEREBBE CHE STAMPARE..OVVERO FARE UN QE..CHE EQUIVALE A SVALUTARE LA VALUTA PER COMPRARE ALTRE VALUTE..MAGARI LO STESSO DOLLARO DI CUI SI DOVREBBERO LIBERARE (SECONDO REBUFFO)
MA VI RENDETE CONTO COSA MI TOCCA LEGGERE..E LA COSA PAZZESCA E' CHE QUALCUNO PURE CI CREDE A TALI PANZANE..

MAGARI CARO REBUFFO...POTREBBERO DECIDERE DI VENDERE L'ORO...QUELLO SI CHE NON FA DEL MALE A NESSUNO....
ALLORA POTREMMO VEDERE PRESTO GLI 800 DOLLARI....

Share/Bookmark

DEUTSCHE BANK ! OGGI IL PEGGIOR TITOLO DEL DAX!

le esportazioni tedesche sono state sostenute negli ultimi 12 mesi grazie a una forte rivalutazione dello Yuan e del Dollaro. In realta' le esportazioni senza tale RIVALUTAZIONE sarebbero scese e anche di molto!
Io sostengo che nei prossimi 12 mesi assisteremo a un netto calo delle esportazioni tedesche in Cina. I panzer nazisti lo sanno che rischiano di PERDERE LA TERZA GUERRA MONDIALE...
Infatti in questi 10 anni si sono dimostrati miopi e attenti solo a spingere sulle esportazioni (piu' che sullo sviluppo del mercato interno..per non parlare del mercato europeo..che con le loro politiche di austerity hanno praticamente messo in una camera a gas.
I capitali del mondo e dell'europa sono cosi' finiti a finanziare la GRANDE E GRASSA GERMANIA...e le aziende si sono strutturate (con pesanti investimenti e costi fissi..) per esportare il pu' possibile (vedi surplus della bilancia commerciale)
ma adesso che mezzo mondo dei paesi emergenti e' in forte crisi (deve ripagare i debiti accesi in dollari ..e sono diventati piu' cari e le vendite/prezzi  di materie prime sono crollate) e la Cina rallentera' in maniera sostanziale.....LA GERMANIA RISCHIA LA DEBACLE...e potrebbe essere piu' forte e piu' violenta che altrove (dove invece hanno ridotto l'apparato produttivo e aumentato la flessibilita')
MA IL MALATO GRAVE E' LA DEUTSCHE BANK...un titolo che e' arrivato a capitalizzare 40 miliardi per grazia ricevuta e che dovra' essere aiutato dall'europa intera alla prima grande crisi che arrivera'
per questo motivo la germanai sta temporeggiando per la crisi greca...VEDE SE RIESCE A RUBARE UN PO' DI SLDI DAI CONTI CORRENTI DEI GRECI...
NEL FRATTEMPO CHIEDE NUOVI SOLDI ALLE COLONIE DELL'IMPERO INVENTANDO UNA NUOVA EUROTAX..in nome di una nuova grandeeuropa..in realta' in nome dei suoi egoismi particolari....Infatti nuovi fondi potranno poi essere dirottati meglio a favore della causa tedesca in caso di crisi.
l'italia ad esempio si priverebbe di  tasse incassate e quindi perderebbe ulteriormente sovranita'...e sarebbe sempre piu' sottoregione dell'impero...PRONTA ALL'OLOCAUSTO DEI RISPARMI...per darli in pasto alla GERMANIA ! HI HITLER"!


Share/Bookmark

VOLUNTARY DISCLOSURE: MA CI SI PUO' FIDARE DELLA SANATORIA TOTALE APPENA APPROVATA?




Share/Bookmark

NORVEGIA: PERIODO DI GLACIAZIONE DELL'ECONOMIA

i norvegesi hanno vissuto per un decennio alle spalle dei pozzi di petrolio ...hanno accumulato una ricchezza importante grazie all'oro nero..il tenore di vita è salito, il valore delle case raddoppiato..e ora..ORA CON IL PETROLIO SOTTO I 50 DOLLARI..la loro economia ' in zona GLACIAZIONE.
la loro valuta è su minimi storici e continuaera' a indebolirsi..la valuta debole tiene lontano la caduta del mercato immobiliare....ma per quanto? la caduta del mercato immobiliare fara' crollare il sistema bancario ..
se avete una proprieta' immobiliare in Norvegia MONETIZZATELA oppure andare al ribasso sul real estate norvegese..

Share/Bookmark

LA CADUTA DEL DOLLARO AUSTRALIANO ! LA FINE DI UN CICLO ! LA MORTE DEI CANGURI

E' MOLTO PROBABILE CHE GLI AUSTRALIANI PRIMA O POI DOVRANNO INIZIARE A FARE GLI STRAORDINARI INVECE CHE ANDARE I SURF O A CORRERE SULLA RIVA DELL'OCEANO..sono definitivamente tramontati gli anni in cui la cina comprava tutte le materie prime a prezzi folli dagli australiani e la fuga dal dollaro australiano e' certa...
assisteremo a un crollo del mercato immobiliare, una profonda svalutazione della valuta e a una discesa del mercato azionario.
DEL RESTO IL DOLLARO AUSTRALIANO E' GIA' STATO A 2 SULL'EURO IN BEN DUE OCCASIONI
 Solo allora diventera' interessante investire in australia...ma solo se i tassi ..invece di scendere sempre piu'....inizieranno a essere alti....ci vorra' molto? forse si..ma fino ad allora non ha senso detenere assets nella terra dei canguri..MEGLIO ATTENDERE LA LORO MORTE E PROVARE A MANGIARE LA LORO OTTIMA CARNE


Share/Bookmark

ORO ..ALLE PRESE CON IL COSTO DI ESTRAZIONE

ALLINCOSTS
EWPLORATIONBUDGET
Il costo totale medio di estrazione e commercializzazione di oro, delle principali compagnie minerarie prese in considerazione, e’ pari a $920,00 per oncia e questo a riprova che certi siti di DISINFORMAZIONE CALCOLATA..andrebbero valutati per quello che sono..

il costo di estrazione è sceso in questi anni per il semplice fatto che sono state tagliate le spese di esplorazione di nuovi giacimenti
La bolla dell'oro che raggiunse il culmine 5 anni fa con un prezzo che sfioro' 2000 dollari per oncia sta per terminare. I prezzi sono prossimi a un bottom di lungo periodo. 
Per Mercato Libero il prezzo finale potrebbe arrivare anche a 800 dollari ma solo per poche settimane. Infatti tutte le principali miniere dovrebbero chiudere.
WMO inizia a ricomprare oro sui livelli che indicheremo nel PORTAFOGLIO DI ASSET ALLOCATION.


Share/Bookmark

IL PETROLIO PERDE I PEZZI ANCHE OGGI...NUOVI MINIMI IN EURO!!!

CRUD/ETFS (CRUD.MI) -Milan

10,11 0,28(2.69%) 


Crude Oil Futures - Sep 15 

47.60 -0.54%

il petrolio scende anche oggi in dollari..ma in euro la discesa e' molto piu' importante. 
L'ASPETTO PIU' INTERESSANTE E' LA FORTE DISCESA DEL PREZZO DEL PETROLIO IN EURO....OGGI ABBIAMO TOCCATO MINIMI INFERIORI RISPETTO AI MINIMI DEI PRIMI MESI DELL'ANNO (mentre siamo ancora lontani dai minimi se lo vediamo in dollari).
questo è molto importante per i graficisti e per cercare di trovare livelli di entrata interessanti.
Tuttavia risulta difficile e pericoloso afferrare il coltello mentre cade....quindi attenzione


Share/Bookmark

L'ORO ANCHE OGGI E' SCESO!

Grafico perGOLD/ETFS METAL (PHAU.MI)      

Gold Oct 15 

 -COMEX
1.096,80 Su 11,20(1,03%)

GOLD/ETFS METAL (PHAU.MI)

 -Milan     
95,73 Down 0,27(0.28%) 



L'ORO APPARENTEMENTE E' SALITO OGGI..IN REALTA' NON IN EURO....(la discesa del dollaro ha compensato la salita dell'oro). al momento siamo a 988 euro all'oncia. a inizio anno eravamo a 995..
In pratica da inizio anno chi avesse investito 10000 euro in oro..avrebbe i suoi soldi indietro

Share/Bookmark

E ..IMPROVVISAMENTE..IL FRANCO SVIZZERO NON E' PIU' VALUTA RIFUGIO???

Grafico perEUR/CHF (EURCHF=X)
interessante il movimento del franco Svizzero che perde 1,5% in due giorni portandosi a 1,064. La Banca centrale svizzera, piena zeppa di euro apparentemente è felice..MA....FORSE ANCHE NO...INFATTI:
1) SONO STRACOLMI DI AZIONI EUROPEE.... E SE SCENDONO DI VALORE...ADDIO AL CAPITALE 
2) SONO STRACOLMI DI TITOLI OBBLIGAZIONARI EUROPEI..E SE UN DOMANI DOVESSIMO ANDARE VERSO UNA RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI PUBBLICI EUROPEI...SAREBBERO DOLORI..

BNS: aumentano gli averi a vista
L'istituto nazionale: ammontano a 461, 9 miliardi di franchi, crescita di 10 miliardi rispetto ai sette giorni precedenti
ZURIGO - Gli averi a vista della Banca nazionale svizzera (BNS) sono saliti la settimana scorsa a 461,9 miliardi di franchi, ha indicato stamani l'istituto. Rispetto ai sette giorni precedenti l'aumento è stato di 10 miliardi, dopo una progressione di 0,9 miliardi della settimana prima. Gli averi in conti giro delle banche svizzere presso la BNS hanno raggiunto 397,6 miliardi, mentre gli altri averi a vista si sono attestati a 64,3 miliardi.
I conti in questione vengono sorvegliati con attenzione perché una loro forte crescita costituisce un indizio che fa pensare a interventi della BNS sul mercato per evitare un rafforzamento considerato eccessivo del franco. Questo perché quando l'istituto compra divise il corrispettivo in franchi viene accreditato sul conto della banca interessata all'operazione. Proprio oggi l'euro ha superato 1,06. Cdt 27.07.15

Share/Bookmark

REAL BRASILIANO ..PRONTI PER I 4,20?

Grafico perEUR/BRL (EURBRL=X)
IN AREA  4,20 WMO  COMPRERA' REAL BRASILIANO....Ricordo che a gennaio anno abbiamo fatto uscire a 2,91 gli investitori con un articolo proprio sul blog 
potremo decidere se investire in obbligazioni con rendimenti oltre il 10% oppure in azionario ..ma l'azionario, come vedete dal grafico, diventa interessante solo in area 40.000
Grafico perIBOVESPA (^BVSP)

Share/Bookmark

IL TITOLO DA SHORTARE TUTTA LA VITA A QUESTI LIVELLI!!!!


DEUTSCHE BANK
la madre di tutta la spazzatura tedesca. se i consumi dovessero calare nel mondo....dove venderanno i tedeschi le loro merci...Sono un paese tutto proteso alle esportazioni...CHE SONO IL LORO PUNTO DI FORZA E CHE SI POTREBBE TRASFORMARE NEL LORO TALLONE DI ACHILLE!


Share/Bookmark

POST FINANCE CACCIA TUTTA LA CLIENTELA ITALIANA...E NOI LA ACCOGLIAMO A BRACCIA APERTE

PORTA VIA IL CONTO DALLE POSTE SVIZZERE E VIENI CON LA BANCA PARTNER DI MERCATO LIBERO

1) GARANZIA SUI TUTTI I DEPOSITI E NON SU 100.000 DA PARTE DELLA STATO
2) SOLO 3 FRANCHI AL MESE PER IL CONTO CORRENTE
3) CONDIZIONI INFERIORI DI OLTRE IL 50% SUI CAMBI DI VALUTA E SU TUTTI I SERVIZI DI ACQUISTO E VENDITA TITOLI
CONTATTA PER UN APPUNTAMENTO MERCATILIBERI@GMAIL.COM O CHIAMA IL 335.6651045

nella foto dei clienti italiani che fuggono da post finance!!! seguili

Postfinance, stretta sui clienti residenti italiani

Dopo la revoca della carta di credito, ora non possono più avere nemmeno un deposito titoli
BERNA - Nuova tegola per i clienti di Postfinance con residenza in italia: dopo essersi visti revocare la carta di credito e  aumentare i costi di gestione del conto a 16 franchi al mese.... ora non possono più avere nemmeno un deposito titoli.  La notizia  è stata confermata dall'istituto, i clienti si vedono così recapitare una lettera con una disdetta di 30 giorni. "Ci assumiamo i costi per il trasferimento del portafogli titoli ad altre banche", ha precisato Postfinance. Una settimana fa Postfinance aveva già confermato la disdetta per le carte di credito. 

Share/Bookmark

I TEDESCHI VOGLIONO LA TESTA (OPS...I SOLDI) DEI RISPARMIATORI GRECI !!!

LE BANCHE GRECHE SONO IN MANO ALLA TROIKA....il governo greco non ha piu' alcun potere. le azioni probabilmente andranno a zero...e cosi' le obbligazioni...
Ci saranno fusioni e acquisizioni e il sistema bancario greco diverra' l'ennesima colonia tedesca. Chi controlla il sistema bancario controlla di fatto l'intero sistema aziendale e politico del paese.

Si sta cercando di capire quanto soldi siano necessari per salvare la banche ...si pensa 20 miliardi ma potrebbero essere molti di piu'...alcuni arrivano a ipotizzare ben 50...

E CHI METTERA' QUESTI SOLDI??? TUTTI LA BCE, IL FONDO SALVASTATI? CHI ESATTAMENTE?

ESISTE UNA ALTA PROBABILITA' CHE A PAGARE IL CONTO DEL BAIL IN SIANO I POCHI COGLIONI GRECHI CHA HANNO LASCIATO SUL CONTO PIU' DI 100.000 EURO...(e tanta grazia...dato che alcuni in germania volevano prelevare parti di risparmio a partire dagli 8000 euro)

La germania è molto preoccupata ...non vuol divulgare l'enorme buco nero..per non terrorizzare i mercati..almeno fino a quando non si sia trovata una soluzione.

I greci sono fortissimi e oramai vivono senza le banche avendo prelevato in precedenza..non investono, non prendono a prestito..alcune aziende chiudono o si spostano all'estero...(anche gli armatori pensano di lasciare la penisola greca se gli aumenteranno le tasse...OGNI GIORNO IL BUCO AUMENTA,....
leggete cosa dice REUTERS sui controlli di capitale (che io chiamerei confische vere e proprie) 
Greek banks are set to keep broad cash controls in place for months, until fresh money arrives from Europe and with it a sweeping restructuring, officials believe.
ma il denaro fresco arrivera' solo dopo il bail in...delle banche
Rehabilitating the country's banks poses a difficult question. Should the euro zone take a stake in the lenders, first requiring bondholders and even big depositors to shoulder a loss, or should
CONTINUA A LEGGERE...


Share/Bookmark

MERCATI A UN PUNTO DI SVOLTA..

ATTENZIONE
NON SONO SICURO PER NULLA SICURO DI UNA DISCESA IMPORTANTE DEL MERCATO MA MI MUOVO IN MODO TALE DA NON PRENDERE RISCHI ECCESSIVI E DI PROVARE A SFRUTTARE PICCOLI GUADAGNI (NEL CASO SI TRAMUTERANNO IN PICCOLE PERDITE)
TENERE IL GRADO DI RISCHIO AL MINOMO..IN QUANTO LA VOLATILITA' E' IN AUMENTO

Share/Bookmark

SE SHANGAI PIANGE ....WALL STREET NON RIDE..... E' SEMPLICEMENTE TERRORIZZATA...


il grafico indica la borsa americana nell'ultimo anno. la rottura degli attuali livelli del DOW JONES porterebbe il mercato ad andare subito in area 17.000  e successivamente in area 16.000

quasi la stessa cosa per l'SP 500 ..punto critico e' 2050 la cui rottura porterebbe subito a 1950 - 1970 e da li' andremmo in area 1850 -1870 (un calo di oltre 200 punti)

NEL FRATTEMPO IL DOLLARO SI INDEBOLISCE SULL'IPOTESI CHE LA FED NON POTRA' ALZARE I TASSI...MA PER NON ALZARLI...OCCORRERA' UNA BELLA DISCESA DELL'INDICE AZIONARIO USA..




Share/Bookmark

TARGET 2! LA VERA PREOCCUPAZIONE TEDESCA!

eurozone credit

Share/Bookmark

ore 9,02 mercato italiano ha aperto a 23387...giusto in tempo per shortarlo

23.387,02


attenti ...la situazione greca potrebbe presto essere una SITUAZIONE ITALIANA con il controllo dei capitali (ovvero la confisca)
NON PERDETE TEMPO SPOSTATE I RISPARMI IN UN PAESE FUORI DALL'EURO
WMO E MERCATO LIBERO VI ATTENDONO IN SVIZZERA
36 FRANCHI ALL'ANNO DI SPESA DI TENUTA CONTO
CONTO APERTO IN POCHE ORE.
IN 48 SPOSTI I TUOI SOLDI DALL'ITALIA ALLA SVIZZERA
LEGALMENTE
E POI..PENSA ANCHE ALLA RESIDENZA....PANAMA, SVIZZERA, DUBAI ECC ECC..

PER INFO: MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

BLACK MONDAY CINESE! SHANGAI -8,4%




SSE Composite Index (000001.SS)

 -Shanghai
-8,4%

Share/Bookmark

SONO LE 8,50 IMPORTANTE CAMBIAMENTO NEL PORTAFOGLIO AZIONARIO WMO!!! SHANGAI PERDE IL 7%



Share/Bookmark

AHI AHI AHIA LA BORSA DI SHANGAI

Grafico perSSE Composite Index (000001.SS)
A NOTTE FONDA HO PUBBLICATO UN AVVISO SULLA BORSA DI SHANGAI....(VEDI POST) e sono stato subito accontentato..
LA BORSA CINESE ANCORA SOTTO PRESSIONE -5% IN POCHI MINUTI
SSE Composite Index (000001.SS) -Shanghai
3.858,60 Down 212,31(5.22%) 8:26AM CEST

Share/Bookmark

UN CANCRO D'ITALIA: LE CONCESSIONI AUTOSTRADALI


Uno dei tanti mali di questa Italia è rappresentato dalle concessioni autostradali, in particolare quella in mano alla famiglia BENETTON  (ma anche Gavio).
in momenti di forte crisi come questo è impensabile a un aumento delle tariffe autostradali. Senza contare che in Germania (e possiamo dire anche in austria e in Polonia ecc ecc) le autostrade sono gratuite.....il gap competitivo  che il nostro sistema industriale e commerciale deve subire per colpa delle TASSE AUTOSTRADALI e' sempre piu' rilevante all'aumentare delle tariffe stesse.
Possiamo TRANQUILLAMENTE affermare che in una Europa unita le tariffe autostradali dovrebbero essere IDENTICHE in ogni stato..in modo da non creare sperequazioni.
Ma accanto a questa problematica....ne esiste una molto piu' importante che riguarda L'ENORME SFRUTTAMENTO DELLA POSIZIONE DOMINANTE MONOPOLISTICA PER FARE PROFITTI ENORMI IN SETTORI LEGATI ALLE AUTOSTRADE.
DUE ESEMPI SU TUTTI:
1) tutti i servizi che trovi in autostrada...dalla connessione internet, al servizio riscossione nei caselli (TELEPASS), all'autogrill e i servizi connessi sono dati in appalto a CONCESSIONARI PRIVATI ...gli assets non sono pubblici (come la rete autostradale) ma privati ...e i sovra profitti che si fanno con questi servizi vengono spesso messi in tasca dal gestore privato autostradale in maniera diretta o indiretta. Il sovra profitto da posizione monopolistica nascosta...crea impoverimento dei cittadini specie se in altri paesi il tutto funziona meglio.
2) societa' per il mantenimento della rete stradale, e societa' per i lavori di miglioramento....sono tutte in mano ad amici degli amici....con ovvio sovra profitto che pesa ancora una volta sui consumatori cittadini...

si attaccano le categorie dei notai, dei taxisti, degli avvocati, dei farmacisti...che tutto sommato sono solo dei padri di famiglia....e cittadini italiani. MA LO STATO DIFENDE A SPADA TRATTA I PRIVILEGI DEI SIGNOROTTI ALLA BENETTON CAPACI DI INFLUENZARE L'INTERO GOVERNO E PARLAMENTO GRAZIE A UNA PRESSIONE LOBBISTICA CHE SI AVVICINA ALLA TANGENTE...MA OVVIAMENTE NON SI PUO' CHIAMARLA TALE..A TUTTO DANNO DEI CITTADINI STESSI
VENIAMO ALL'ARTICOLO DEL FATTO ...VERAMENTE OTTIMO SUGLI AUMENTI TARIFFARI E SUL MARCIUME CHE GIRA INTORNO AL BUSINESS AUTOSTRADALE,...
Autostrade, concessionari all’angolo. E Palenzona attacca il ministro Delrio
leggi CHI E' PALENZONA???
“Quello che chiediamo al governo, alla politica e all’amministrazione tutta è certezza delle regole e rispetto dei patti per poter mettere tutta la nostra esperienza e capacità al servizio del Paese”. E’ con questa straordinaria frase che Fabrizio Palenzona, presidente dell’Aiscat (l’associazione delle concessionarie autostradali), torna alla carica e batte cassa, ricordando al ministro Graziano Delrio che il 30 giugno è passato ma i promessi adeguamenti tariffari non sono arrivati. Un bel problema che rischia di far saltare il solito banchetto estivo dei concessionari pronti a far scattare gli aumenti tariffari a ridosso dell’esodo. Questa volta c’è un ritardo e Palenzona batte i pugni sul tavolo chiedendo una soluzione “immediata” e il rispetto degli accordi sottoscritti. Il governo infatti aveva varato alcune misure volte a istituire una modulazione tariffaria a favore dei pendolari che utilizzano le autostrade a pedaggio per raggiungere il lavoro e, più in generale, ha calmierato gli adeguamenti tariffari al valore dell’inflazione programmata (1,5%): “Si è trattato di iniziative nate per far fronte alla situazione di crisi economica cui le concessionarie che programmavano incrementi superiori all’1,5% hanno responsabilmente aderito, con spirito collaborativo”, ha ricordato Palenzona. Però l’accordo con il governo prevedeva anche che dal 30 giugno le misure venissero compensate riconoscendo il recupero del mancato incremento tariffario.

L'AIUTO AI PENDOLARI E' SOLO BUROCRAZIA ..ALLA FINE NESSUNO O QUASI VIENE AIUTATO. INOLTRE L'ACCORDO FU FATTO DA LUPI...OVVERO L'UOMO DI COMUNIONE E LIBERAZIONE....LA ASSOCIAZIONE LOBBISTA PER INTERESSI DI POCHI PRIVATI..PIU' FAMOSA IN ITALIA...LUPI DA SEMPRE E' L'UOMO DEI POTERI FORTI...E CONTRO IL BENESSERE DEL CITTADINO....

Ma a innervosire Palenzona non è solo questo: sul piatto ci sono i piani finanziari dei concessionari che, complice la normativa europea, giacciono ancora non approvati nei cassetti del ministero. Si tratta di quei piani che, grazie al decreto Sblocca Italia, le concessionarie hanno predisposto in via autonoma e senza controlli per ottenere l’automatico rinnovo delle concessioni autostradali senza gara alcuna. Un patto che era stato siglato con il governo Renzi e l’allora ministro-ventriloquo Maurizio Lupi sul quale si è però messa di traverso la Commissione europea con la minaccia dell’apertura di una nuova procedura di infrazione contro l’Italia. Ora il governo non sa come fare a uscire dall’empasse e Palenzona alza la voce: “Nonostante alcuni cambiamenti positivi di rotta che ci avevano fatto ben sperare, anche nell’ultimo anno i diritti spettanti alle concessionarie e contrattualmente stabiliti nelle convenzioni di concessione, sono stati più volte messi in discussione per omissione e rallentamento di atti”. Un j’accuse che vede solo un lato della medaglia, quello di chi si sente defraudato del diritto di continuare a fare come gli pare senza nemmeno dover rendere conto dei ritardi, dei lavori – pure previsti in concessione – e mai eseguiti, delle manutenzioni approssimative, del servizio pessimo a fronte di tariffe esorbitanti.

Il timore del presidente dell’Aiscat è che le difficoltà insorte in questi mesi, dopo che era già stata data per scontata la vittoria su tutta la linea con il varo del decreto Sblocca Italia, non siano legate al fatto contingente del cambio della guardia al dicastero dei Trasporti e delle Infrastrutture, ma che qualcosa forse stia cambiando per davvero. Non a caso proprio in questi giorni si sta consumando uno scontro durissimo con le concessionarie autostradali sul varo del nuovo codice degli appalti che prevede la fine di un’epoca: quella degli affidamenti dei lavori inhouse. Nel nuovo codice, se passeranno gli emendamenti proposti dal senatore Pd Stefano Esposito, verrà vietato ai concessionari l’affidamento diretto dei lavori sulla rete ad aziende del proprio gruppo. Fino al 2013 potevano essere assegnati in questo modo, senza gara, il 60% dei lavori sull’autostrada, percentuale scesa al 40% nel 2014. Gli affidamenti inhouse erano un volano economico da centinaia di milioni l’anno per le concessionarie in aggiunta al business dei pedaggi. Un tema che Palenzona dovrebbe conoscere molto bene. Eppure è arrivato a dichiarare che “si continua a dire, in affermazioni in pubblico e sulla stampa, che le concessionarie autostradali realizzano margini di profitto eccessivamente elevati. Ciò non corrisponde al vero. Un’analisi corretta dei profitti va fatta sulla redditività del capitale investito: seguendo questo metodo valori elevati di Mol e utile operativo si traducono ad una redditività di riferimento, al netto delle tasse dell’8,6%, inferiore al mercato degli asset regolati”. Peccato che un’analisi dovrebbe considerare appunto che il 40% degli investimenti (in precedenza oltre il 60%) sono stati fatti con società dello stesso gruppo e quindi fuori controllo. Altro che l’8%. Ora, con il nuovo codice già passato al Senato, si vorrebbe invece arrivare alla trasparenza totale non solo stabilendo che tutti i lavori, le progettazioni e le manutenzioni debbano essere messe a gara, ma anche che le imprese facenti capo al gruppo del concessionario non possano partecipare alle gare bandite dal concessionario stesso. Apriti cielo: i rappresentanti delle concessionarie hanno inscenato proteste e, soprattutto, minacciato licenziamenti di massa nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture stradali.
A far la voce più grossa, manco a dirlo, è stato il gruppo Gavio, legato a doppio filo al presidente di Aiscat Palenzona. Giovedì oltre 600 lavoratori delle aziende del gruppo provenienti da tutto il Piemonte, hanno manifestato davanti al casello autostradale di Tortona (Alessandria), per chiedere “di cambiare la nuova legge sugli appalti in discussione in Parlamento e di estendere la clausola sociale anche ai dipendenti del comparto autostradale”. Hanno partecipato anche due delegazioni di concessionarie autostradali liguri e il casello è stato chiuso per oltre mezz’ora. Insomma, alla Camera lo scontro rischia di essere durissimo e la minaccia occupazionale rischia di pesare parecchio, anche perché non è stata introdotta alcuna clausola di salvaguardia per i lavoratori (vale a dire la clausola che impone all’impresa subentrante in un appalto di assumere i lavoratori della ditta precedente), come invece chiedono i sindacati. Comunque vada a finire questa vicenda, Palenzona sospetta che per i concessionari italiani l’onda lunga si sia esaurita con Lupi e che, grazie soprattutto alle insistenze dell’Europa, un po’ di mercato sia destinato ad arrivare anche nel settore autostradale.

LO SPERIAMO ANCHE NOI..CERTO CHE USARE I LAVORATORI PER DIFENDERE GLI INTERESSI DEGLI IMPRENDITORI CON SCIOPERI ALL'INCONTRARIO E' FANTASTICO.

IL BUSINESS DELLE AUTOSTRADE ANDREBBE GESTITO IN MANIERA EFFICIENTE..E A ONOR DEL VERO NON DOVREBBE GENERARE PROFITTI..COME NESSUN PROFITTO DOVREBBE ESSERE FATTO DAI MONOPOLI..CHE DOVREBBERO ESSERE IN MANO ALLO STATO...CHE OVVIAMENTE DOVREBBE GESTIRLI BENE

COMUNQUE VALE UNA REGOLA SU TUTTE: E' PREFERIBILE CHE LO STATO GESTISCA IN MANIERA INEFFICIENTE PIUTTOSTO CHE UN RISTRETTO NUMERO DI PERSONAGGI PRIVATI RUBI A TUTTI NOI CON L'ASSENSO COLLUSO DELLO STATO.

Share/Bookmark

MERCATO CINESE..VOI CHE DITE? E' QUASI ORA PER TORNARE GIU'!


Share/Bookmark

IN ITALIA TORNANO I POTERI POLITICO MAFIOSI DELLA GOLDMAN SACHS

RICORDATEVI SEMPRE CHE..MARIO MONTI, MARIO DRAGHI, LETTA E ANCHE PRODI ..SONO TUTTI UOMINI DI GOLDMAN SACHS...E DEL POTERE ECONOMICO FILO AMERICANO

due sono gli scandali di questo fine luglio...si chiamano CASSA DEPOSITI E PRESTITI E MONTEPASCHI SIENA.
Partiamo dal primo: La Cdp è il nuovo grande centro di potere della politica italiana...Renzi ha messo a capo dell'istituzione COSTAMAGNA. ex Goldman Sachs e uomo del PD vicino a Prodi.
MERCATO LIBERO CHIEDE LA EMIMINAZIONE DELLE FONDAZIONI BANCARIE E IL RICAVATO DOVREBBE ESSERE UTILIZZATO PER ABBATTERE IL DEBITO PUBBLICO
INFATTI:
la cassa depositi e prestiti è in mano al 19% alle fondazioni bancarie
La CDP e' finanziata dai cittadini tramite i buoni postali
La CDP non doveva essere una societa' a scopo di lucro ma per aiutare con i profitti il sistema paese stesso
Alla CDP Renzi mette COSTAMAGNA uomo legato a Prodi e alla Goldman Sachs ..
La CDP diventa sempre piu' la mano occulta della politica economica del paese. Per Goldman Sachs è  d'obbligo influenzarla e ricevere prima di altri inputs rilevanti
La CDP dal prossimi anno ha inserito l'obbligo di distribuzione del 60% dei profitti sotto forma di dividendo, perdendo quindi qualsiasi funzione pubblica e sociale ma diventando sempre piu' centro di profitto
I profitti andranno, oltre che allo stato..alle fondazioni....che in questo modo potranno essere utilizzate, come nel passato per DAR DA MANGIARE ALLA POLITICA tramite meccanismi di redistribuzione a favore appunto della politica
Le fondazioni, passando il controllo delle banche Italiane alla BCE si sono trovate senza l'extraprofitto che negli anni scorsi veniva generato da una politica di dividendi assurda e scriteriata che ha portato alla sottocapitalizzazione delle banche ma anche a una politica feudale di gestione del credito a favore dei membri della politica...
Adesso tutto si ripete con l'aumento del 300% della distribuzione di dividendi a favore ancora una volta delle fondazioni

LE FONDAZIONI BANCARIE DOVREBBERO ESSERE CHIUSE E IL RICAVATO UTILIZZATO A RIDUZIONE DEL DEBITO PUBBLICO...QUESTO DOVREBBE ESSERE FATTO E L'ITALIA STAREBBE MEGLIO

il secondo si chiama MONTEPASCHI di SIENA... al boiardo di stato e amico del PD Alessandro Profumo, reo di aver distrutto  sei miliardi di capitalizzazione durante il suo mandato con aumenti di capitale dannosi per gli azionisti..in pratica sono stati fatti per evitare la bancarotta ....con il beneplacet dei REVISORI DEI CONTI, SINDACI, MA SOPRATUTTO CONSOB E BANCA DI ITALIA, si passa all'uomo di PRODI E GOLDMAN SACHS MASSIMO TONONI .
ottimo amico anche di Mario Draghi..
Un Massimo Tononi messo li' per traghettare MPS , la banca piu' antica del mondo nelle mani di qualche soggetto estero..e se le cose dovessero andar male..c'e' sempre il bail in.


Share/Bookmark

AGOSTO 2007 - AGOSTO 2015 ! QUALI SIMILITUDINI PER I MERCATI AZIONARI?


Share/Bookmark

IL DISASTRO DEGLI UTILI PER AZIONE IN AMERICA SE NON CONSIDERI APPLE.!


gli utili per azione delle aziende quotate in america stanno scendendo...e se non consideri apple stanno crollando. Le forti salite di Amazon e Google non sono state sufficienti in settimana a far salire il mercato..anzi..ha sofferto una delle peggiori settimane dell'anno.

e poi abbiamo il probleca delle TRE C: CINA COMMODITIES E CURRENCIES
Ecco una bella analisi di ZERO HEDGE sull'argomento:


Share/Bookmark

LA DEFLAZIONE E LA TEORIA DEL KA POOM


Ci sono degli articoli di economia che VANNO LETTI con attenzione e questo è uno di quelli. Deve essere fatto!!! Le teorie spiegate in questo articolo riflettono quanto MERCATO LIBERO ritiene puo' accedere nei prossimi mesi E CHE POTREBBE PORTARE molte persone a perdere fino all'80% dei loro risparmi se non ragioneranno con la testa  e si faranno invece prendere dal panico. 
FORTE DEFLAZIONE CON CROLLO DELLE MATERIE PRIME, DEBITO DEI MERCATI EMERGENTI INCAPACE DI ESSERE PAGATO, FORTE RIVALUTAZIONE DEL DOLLARO E DELLO YEN (e in un certo senso dell'euro), TASSI ORAMAI PROSSIMI ALLO ZERO (al limite scenderanno i rendimenti del Treasury americano a livelli molto bassi e i rendimenti dei titoli tedeschi torneranno a zero.
A SEGUIRE L'ARRIVO SUL MERCATO DI UNA GRANDE QUANTITA' DI LIQUIDITA' INIETTATA ANCORA UNA VOLTA DALLE BANCHE CENTRLI PER EVITARE IL PEGGIO ...E UNA FORTISSIMA INFLAZIONE CON RISALITA DEI PREZZI CHE ERANO STATI DEFLAZIONATI

QUANTO STA ACCADENDO AL VENEZUELA E' DA OSSERVARE CON ATTENZIONE, COSI' COME RISOLVERANNO LA SITUAZIONE GRECA E PERCHE' NO QUELLA RUSSO CINESE.
I PORTAFOGLI DEVONO ESSERE PRONTI A QUESTI MUTAMENTI REPENTINI ....E SE NON LO SARANNO ..IL RISCHIO E' DI SUBIRE DANNI INCALCOLABILI
ancora una volta il risparmio gestito e in generale il 95% delle gestioni patrimoniali SONO ASSOLUTAMENTE IMPREPARATI A UN SIMILE SCENARIO....proprio come accadde nel 2000 con la bolla di internet e nel 2007-2008 con il crack di lehman


Share/Bookmark

EUROTASSA O EUROBOND QUALI LE DIFFERENZE? L'ENORME EGOISMO DELLA GERMANIA CHE STA PER METTERLA NEL CULO AGLI ITALIANI BRILLANTEMENTE E SEMPRE CON MARIO MONTI...

ELIMINATE MARIO MONTI

SUI GIORNALI ESTIVI E' ARRIVATA L'ENNESIMA STRONZATA TEDESCA: L'EUROTASSA
Andiamo verso un'eurotassa per dare poteri e disponibilità finanziarie speciali all'eurozona, in modo da affrontare ogni emergenza di bilancio sovrano in crisi o congiuntura negativa all'interno dei Paesi della moneta unica. I piani sono già in fase avanzata di studio E TUTTO PARTE OVVIAMENTE DAI TEDESCHI.
Ovviamente sarebbe stato piu' intelligente EMETTERE EUROBOND...che fare una EUROTASSA...
il risultato è simile,...ma con l'eurotassa..i tedeschi controllerebbero le tasse evitando agli italiani di poterne disporre....
E poi a seconda del tipo di eurotassa che si decidera' di prelevare...I TEDESCHI E LA GERMANIA INTERA POTREBBERO BENEFICIARNE.
ovviamente se l'ammontare delle tasse sara' identico per ogni persona ...allora i tedeschi ne avranno un beneficio, se invece sara' una percentuale sui consumi o chissa' cosa..il tutto avra' impatti diversi.
Altra grande differenza sara' se l'eurotassa non sara' che una TASSA GIA' ESISTENTE che verra' tolta al controllo di Roma e passato al controllo di berlino piuttosto che una tassa AGGIUNTIVA...
Una commissione, guidata nientepopodimeno che dal mandante dei nazisti  Mario Monti e sponsorizzata da Schaeuble e dal presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, sarebbe già al lavoro
Il piano di Schaeuble, scrive Der Spiegel , è radicale e insieme flessibile. Prevede che la Germania e gli altri Stati (sicuramente quelli dell'eurozona, eventualmente anche gli altri membri della Ue) devolvano parte delle risorse riscosse con l'Iva e l'Irpef a livello nazionale a un fondo europeo. Oppure - in alternativa o come operazione complementare - che una tassa addizionale, sull'Irpef, sull'Iva o su altre forme di imposizione, venga introdotta per finanziare appunto il nuovo fondo europeo. Con aliquote e criteri da decidere su basi nazionali differenziate. La gestione sovrana di queste entrate verrebbe delegata a un nuovo alto dirigente dell'Unione. In sostanza, una specie di superministro delle Finanze dell'eurozona.
CAPITO.....CON CRITERI E ALIQUOTE DA DECIDERE SU BASE NAZIONALE...SEMBRA UNA PRESA PER IL CULO....
Ovviamente è una decisione che e' a favore di una unita' fiscale dell'europa..ma ....non va verso l'unica direzione possibile...: QUELLA DI EQUIPARARE TASSE IN EUROPA..
l'introduzione di un ammontare che va a bruxelles...non riduce le diseguaglianze..anzi potrebbe persino aumentarle...MA QUESTO GIORNALACCI INFAMI COME REPUBBLICA NON LO DICONO DI CERTO..
E' VERO CHE  Occorre un nuovo meccanismo di stabilizzazione fiscale per l'area della moneta unica"..ma non e' certo un meccanismo di EQUALIZZAZIONE DEL SISTEMA FISCALE EUROPEO CAZZO..VEDETE DI CAPIRLO....
ECCO LE MINCHIATE DI REPUBBLICA:
Da parte tedesca, la proposta appare un gesto coraggioso e un forte segnale europeista: dopo aver alzato la voce con toni pesanti nel confronto-scontro con Atene, proprio Schaeuble offre in cambio ai partner una rinuncia speciale alla sovranità nazionale. Forte della sua popolarità all'apice storico, conquistata con la linea da falco contro Tsipras, il Bundesminister der Finanzen tende la mano a sorpresa al resto dell'eurozona. 
COL CAZZO....COL CAZZO..LA MANO TESA SAREBBERO GLI EUROBOND..E QUELLI NEIN...OPPURE EQUALIZZARE L'IVA IN TUTTA EUROPA ...O L'IRPEF O ALTRE TASSE..E INVECE LE ALIQUOTE CONTINUERANNO A CREARE DIFFERENZE FRA LE VARIE NAZIONI..
L'EUROPA E' MORTA E L'INTRODUZIONE DI UNA TALE TASSA LA GOCCIA CHE FA TRABOCCARE IL VASO..ANCHE SE GLI STRONZI POLITICI E GIORNALISTI CERCHERANNO DI FARLA PASSARE COME UNA GENEROSA DECISIONE TEDESCA A FAVORE DELLA COSTRUZIONE DI UNA NUOVA EUROPA..BALLE BALLE BALLE

Share/Bookmark

FINANCIAL TIMES : LA MAFIA IN ITALIA REGINA DEI PROFITTI GRAZIE ALL'IMMIGRAZIONE !


ecco quanto un mafioso italiano ha affermato:  Do you have any idea how much I earn on immigrants? Drugs are less profitable.
avete capito perche' il governo tende una mano agli immigrati con politiche completamente differenti rispetto a quelle di altri paesi in europa? semplice..e' il modo migliore per distribuire soldi alla mafia....mantenendo buoni i rapporti stato mafia....e ridistribuendo al sud d'italia un po' di soldi tramite proprio i mafiosi..
e adesso forse capite perche' la reputazione del governo italiano e' sempre piu' bassa in Europa.che ci considera sempre piu' come i Greci...(per l'europa siamo solo un popolo di mafiosi)

Italy’s Mafia learns to profit from the migration crisis

LEGGETE IL SEGUITO DELL'ARTICOLO...E POI VOTARE RENZI.....IL MEGLIO CHE C'E'.....(SI MA IN ITALIA..)


Share/Bookmark

VACANZE NEL POSTO PIU' PAZZO AL MONDO : VENEZUELA


i primi giorni di agosto siamo in partenza per un a vacanza un po' particolare ...avventurosa dire....sto parlando del VENEZUELA....

circa 18 mesi fa sono stato all'isla Margherita in Venezuela per capire cosa stava accadendo. Il bolivar , la moneta venezuelana era passata da un valore di 1 dollaro 20 bolivar a 1 dollaro 200 bolivar in pochi mesi. Gli stipendi dei Venezuelani erano praticamente ridotti del 90% in termini di potere di acquisto... Cominciavano a mancare i prodotti occidentali in quanto nessuno in Venezuela poteva piu' permetterseli. Ovviamente in Venezuela e' in atto un controllo ferreo dei capitali. Nessuno poteva (ne puo') trasferire o cmbiare i bolivar che giaciono sui conto correnti perdendo ogni giorno valore...Molto simile al cruzairo brasiliano.
Oggi il cambio si avvicina a 1 dollaro 685 bolivar...(contro quello ufficiale a 6,3) in pratica repubblica di Weimar o qualcosa di simile. nel mercato nero il cambio e' 100 volte superiore a quello in banca.
The country may be on the verge of hyperinflation. Most economists reckon that the inflation rate is already 120% a year (the central bank stopped publishing price data, so no one is sure). Some expect it to reach 200% by the end of 2015
alcuni sostengono che l'economia venezuelana si sta dollarizando..altri ancora che il bitcoin sta prendendo piede e infine i talebani dell'oro 
molti benestanti venezuelani sono fuggiti con i capitali negli scorsi anni a panama o a miami finche' sono riusciti a farlo e oggi vivono benissimo..
Ma la grande parte della popolazione ha creduto alla parole di CHAVEZ NAPOLITANO E ADESSO CREDE A QUELLE DI MADURO RENZI non si ribellano e questo la dice lunga su quanto potra' accadere in italia dove fino all'ultimo la maggior parte degli italioti continuera' a rimanere con  i loro risparmi presso una banca italiana ....anche in caso di situazione greca o peggiore.
i prezzi ai ristoranti o negli hotel  sono aumentati in valuta locale...ma non in maniera da seguire il valore del dollaro. Quindi si dovrebbe mangiare con tre o cinque dollari dell'ottimo pesce .
Ovviamente non andremo a Caracas (molto, troppo pericolosa) ma la nostra prima meta' sara' LOS ROQUES. uno degli arcipelaghi piu' belli al mondo. Si lo so...ogni tanto cade qualche aereo...è pericoloso, ti ricordi missoni....ho capito..ho capito..vorra' dire che perderete il vostro caro BLOGGER..e qualcuno sara' ovviamente contento...
La seconda tappa del viaggio sara' poi....mmm ve lo raccontero' di persona.....se sopravvivero' alla prima ovviamente



Share/Bookmark