L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


DUDLEY FED DI NY CAMBIA IDEA SUI TASSI

SCRIVEVAMO IERI  MATTINA NELL'ARTICOLO : I TASSI IN USA POTREBBERO SALIRE:
Che nelle minute della fed di luglio quasi tutti i membri della fed avevano votato per un rialzo dei tassi (che poi la Jellen non ha fatto) e che il governatore della fed di NY era uno dei pochi che si era opporto. E Dudley è un uomo di peso....
 Those who voted to keep discount rate at 1% cited argument that outlook and below-target inflation supported keeping current accommodation in place; banks were Atlanta, Chicago, Minneapolis, and especially the New York. Clearly they dominated the discussion.
 PER NOI DI MERCATO LINERO ESISTE UNA ALTA PROBABILITA' DI RIALZO DEI TASSI A SETTEMBRE DA PARTE DELLA FED. PROBABILITA' CHE IL MERCATO NON STA SCONTANDO NE NELLE VALUTAZIONI DEL DOLLARO, NE IN QUELLE DEI MERCATI AZIONARI NE IN QUELLE DELL'ORO.
questa sera le parole di Dudley devono far riflettere ...e infatti il dollaro ha iniziato a diventare un po' piu' forte E L'ORO PIU' DEBOLE anche perche' la speculazione sta chiudendo le posizioni a poche ore da JACKSON HOLE.
Il governatore della Fed di New York, William Dudley, ha detto che il tanto atteso rialzo dei tassi potrebbe arrivare già a settembre. La notizia è un avviso agli investitori e agli analisti che invece sostengono che non sia ancora il momento di procedere con una stretta monetaria.
Inoltre le parole di Dudley arrivano a un giorno dall'inizio dell'incontro di Jackson Hole, il vertice annuale dal resort del Wyoming nel corso del quale la Federal Reserve dovrebbe discutere delle sue politiche monetarie dei prossimi mesi.
"Penso sia possibile un rialzo il prossimo 20-21 settembre", ha detto Dudley nel corso di una intervista con Fox Business in cui ha ricordato come l'economia americana sia vicina agli obiettivi ritenuti appropriati dalla banca centrale per procedere con una stretta.

Share/Bookmark

JUVENTUS IN BORSA BOOM DI SCAMBI !!!

6.600.000 DI AZIONI SCAMBIATE CONTRO UNA MEDIA DI 1,200.000. UN CONTROVALORE DI 2 MILIONI DI EURO PARI A 
TENUTO CONTO CHE IL FLOTTANTE E' PARI AL 30%, OVVERO A 90 MILIONI DI EURO, STIAMO PARLANDO DI SCAMBI PARI A OLTRE IL 2% DEL FLOTTANTE, NON MALE PER ESSERE AD AGOSTO.

Share/Bookmark

FAUSTO MARALDI TROLL DI FACEBOOK GANN CHE.TI PASSA...

MARALDI:  Io sono un noto fascista..ho  scritto articoli in riviste specializzate,e vanto la stretta amicizia con l elite del pensiero di area piero buscaroli ed enzo erra, miei maestri, entrambi defunti.

Questo mi scrive su Facebook un troll di nome MARALDI FAUSTO  di Cesena

Il tipo si spaccia per analista di gann....entra nelle bacheche dei traders su facebook...prende le amicizie altrui e si cerca di mettere mostra con analisi strampalate.
IL TIPO E' PRESO IN GIRO DALLA COMUNITA' DI TRADERS, CON MOLTI HA LITIGATO E MOLTI LO HANNO MINACCIATO DI DENUNCE.
E' UN VERO TROLL DELLA RETE..QUELLE PERSONE CHE HANNO PROBLEMI! 

Crea dei profili fake su fb con i quali fa commenti positivi sul suo operato......
Ieri è entrato sulla mia bacheca intervenendo in maniera violenta e maleducata su un mio post.
È stato subito da me cacciato come si caccia un violento che ti arriva in casa....E COME CHIUNQUE DOVREBBE SEMPRE FARE.
Subito dopo mi ha chiesto la amicizia un profilo femminile appena creato che è intervenuta nella mia bacheca per osannarlo come trader.
I troll li conosciamo tutti...ed è stata bannata anche lei.
Poi sto troll ecco quello che mi ha scritto su chat privata......

Io sono un,noto fascista..ho  scritto articoli in riviste specializzate,e vanto la stretta amicizia con l elite del pensiero di area piero buscaroli ed enzo erra, miei maestri, entrambi defunti.


FAUSTO MARALDI fascista di Cesena....i finti fascisti falliti..alias trader frustrati e  analisti ganniani incapaci me li mangio a colazione e li cago in serata...STATENE LONTANI...
HO PARLATO CON UN AMICO DI CESENA VERO FASCISTA E MI HA DETTO PESTE E CORNA DI QUESTO FAUSTO MARALDI


Share/Bookmark

OPS.........




Share/Bookmark

JUVENTUS VALE IL DOPPIO DELLA ATTUALE CAPITALIZZAZIONE?

Grafico perJuventus Football Club SpA (JUVE.MI) 
VALUTAZIONE DEL MILAN, 
GADGETS VENDUTI
INTERESSE DA PARTE DI ALTRI INVESTITORI ASIATICI
OTTIMA CAMPAGNA GIOCATORI PER LA STAGIONE CORRENTE
VALUTAZIONE DELLO STADIO
TUTTO AIUTA A UNA RIVALUTAZIONE IMPORTANTE DELLA JUVENTUS IN BORSA. IL TARGET PER IL 2016 POTREBBE ESSERE 0,36 MA NADANDO AVANTI NEL TEMPO .....

Share/Bookmark

TERREMOTO: MANNA DI DIO! UNA OCCASIONE IRRIPETIBILE DI CAMBIO DI VITA

un consiglio a chi ha avuto la casa distrutta: NON SPENDA SOLDI PER RICOSTRUIRLA ..NE APPROFITTI PER ANDARSENE DALL'ITALIA
STESSA COSA PER CHI HA AVUTO L'AZIENDA DISTRUTTA, NON PERDA TEMPO E SOLDI PER RICOSTRUIRE (a meno di utilizzare solo soldi pubblici) MA PENSI A DELOCALIZZARE L'IMPRESA....MAGARI USANDO I SOLDI PUBBLICI PER LA RICOSTRUZIONE. 

tutti a guardare la foto...lo so che non è passata la regola..ma era una proposta...e prima o dopo...

ovviamente non posso che essere vicino ai feriti e sopratutto ai parenti delle vittime. questo post è provocatorio e serve a far capire quanto uno stato possa essere cinico e sbagliato nei confronti dei suoi cittadini e quanto possa essere generoso nei confronti degli immigrati per volonta' non certo socviali ma politiche ....

Share/Bookmark

TERREMOTO: la cattiveria dello stato italiano che aiuta immigrati ma incula i terremotati


 TERREMOTO: MERCATO LIBERO AVVISA I LETTORI DI NON DARE AIUTI ECONOMICI ALLA POPOLAZIONE TERREMOTATA.

lo stato dovrebbe garantire tutti i soldi per sistemare i problemi! del resto i miliardi per gli immigrati li trova con facilita'...quindi perche' scomodare i privati...lo stato è responsabile.....riduca i soldi per gli immigrati e li destini ai terremotati ..semplice no?


Probabilmente il problema piu' importante per lo stato italiano post terremoto e' : dove metteremo gli immigrati adesso che moltre strutture pubbliche sono non agibili...maledetto terremoto...li dirotteremo in veneto piemonte e lombardia!

Share/Bookmark

LE CORPORATE EUROPEE EMETTONO DEBITO PERCHE' LA BCE LO COMPRA !

QUI DI SEGUITO TROVATE L'ARTICOLO DI MISH CHE VI FA CAPIRE LA FOLLIA A CUI SIAMO ARRIVATI CON AZIENDE CORPORATE CHE CREANO EMISSIONI DI DEBITO SPECIALI PER LA BCE ..E COME QUESTO COMPORTI TASSI SEMPRE PIU' BASSI....E COME QUESTA SITUAZIONE COMPORTERA' DISTORSIONI SEMPRE PIU' RILEVANTI:

LEGGI L'ARTICOLO QUI DI SEGUITO:


Share/Bookmark

NUOVA MONETA DIGITALE BITCOIN O QUELLA DELLE BANCHE?


DAL FINANCIAL TIMES DI IERI:
Four of the world’s biggest banks have teamed up to develop a new form of digital cash that they believe will become an industry standard to clear and settle financial trades over blockchain, the technology underpinning bitcoin.
UBS, the Swiss bank, pioneered the “utility settlement coin” and has now joined forces with Deutsche Bank, Santander and BNY Mellon — as well as the broker ICAP — to pitch the idea to central banks, aiming for its first commercial launch by early 2018.
The move, to be announced on Wednesday, is one of the most concrete examples of banks co-operating on a specific blockchain technology to harness the power of decentralised computer networks and improve the efficiency of financial market plumbing.
“Today trading between banks and institutions is difficult, time-consuming and costly, which is why we all have big back offices,” said Julio Faura, head of R&D and innovation at Santander. “This is about streamlining it and making it more efficient.”
Blockchain technology is a complex set of algorithms that allows so-called cryptocurrencies — including bitcoin — to be traded and verified electronically over a network of computers without a central ledger.
Having initially been sceptical about it because of worries over fraud, banks are now exploring how they can exploit the technology to speed up back-office settlement systems and free billions in capital tied up supporting trades on global markets.
The total cost to the finance industry of clearing and settling trades is estimated at $65bn-$80bn a year, according to a report last year by Oliver Wyman.
There are several rival digital cash systems being developed. Setl, a London-based group founded by hedge fund investors and trading executives last year, also aims to settle financial market payments with digital cash linked directly to central banks. Citigroup is working on its own “Citicoin” solution, while Goldman Sachs has filed a patent for a “SETLcoin” to allow trades to be settled near-instantaneously. JPMorgan is also working on a similar project.
As interest in bitcoin increases, US officials are looking into how to regulate, rather than shut down, the virtual currency
The utility settlement coin, based on a solution developed by Clearmatics Technologies, aims to let financial institutions pay for securities, such as bonds and equities, without waiting for traditional money transfers to be completed. Instead they would use digital coins that are directly convertible into cash at central banks, cutting the time and cost of post-trade settlement and clearing.
The coins, each convertible into different currencies, would be stored using the blockchain, or distributed ledger technology, allowing them to be quickly swapped for the financial securities being traded.
“You need a form of digital cash on the distributed ledger in order to get maximum benefit from these technologies,” said Hyder Jaffrey, head of fintech innovation at UBS. “What that allows us to do is to take away the time these processes take, such as waiting for payment to arrive. That frees up capital trapped during the process.”
He said the project team would spend the next year seeking the approval and co-operation of regulators and central banks and aim for a “limited and low-risk” commercial launch by early 2018. The consortium members plan to argue that the system would improve transparency for regulators.
The US Federal Reserve, the Bank of England and the Bank of Canada are among central banks examining the potential benefits of digital currencies. But concerns include the security and the impact on banking stability.
David Treat, head of Accenture’s capital markets blockchain practice, said the technology was still at a stage of having “three to five years before we get things adopted at scale and several more years before it goes mainstream”.

FACCIO NOTARE CHE SONO TUTTE SOLUZIONI CHE TENDONO AD AVERE MERCATI CHIUSI CHE PERMETTONO ALLE ISTITUZIONI DI FA SOLDI O DI RISPARMIARLI. 
TUTTAVIA LA BLOCKCHAIN E IL BITCOIN SONO LA SOLUZIONE PER IL PRIVATO CHE TAGLIEREBBE LE ISTITUZIONI E LA LORO ESISTENZA STESSA.
LE VALUTE DIGITALI CREATE DAGLI ISTITUZIONALI SONO INTERESSANTI PERCHE' ABITUANO LE PERSONE AL LORO UTILIZZO..MA UNA VOLTA CHE NE CAPISCONO L'UTILIZZO ...NON POTRANNO CHE PASSARE AL BITCOIN CHE NON E' CONTROLLABILE DALLE BANCHE E DALLE ISTITUZIONI.

Share/Bookmark

ROYAL BANK OF SCOTLAND APPLICA TASSI NEGATIVI SULLA LIQUIDITA' IN EURO DEI CLIENTI DA OGGI!

Starting today, the Royal Bank of Scotland will become the first bank in the U.K. to impose a negative interest rate on depositors. The negative rate will apply only to corporate customers, including mutual fund managers and pension funds, holding deposits of certain foreign currencies including euros.

This means that RBS—in which the U.K. government still .....ARTICOLO CONTINUA DI SEGUITO


Share/Bookmark

LIBOR E TASSI IN AMERICA A POCHI GIORNI DA JACKSON HOLE

l'articolo vuole porre sotto la vostra attenzione la probabilita' che i tassi in america possano aumentare a settembre , ovviamente il mercato al momento sconta quello che questo articolo dice: il mercato non si aspetta un rialzo dei tassi a settembre, 
ma vorrei che analizzaste quanto riporto qua di seguito: 
DALL'EURIBOR AL LIBOR
  IN EUROPA LE BANCHE SOFFRONO INTERESSI NEGATIVI... se una banca presta i soldi a un'altra banca non solo non ottiene rendimento ma spesso soffre di interessi negativi. Non esiste il premio al rischio...ne il premio per il prestito. E' una situazione anomala voluta dalla BANCA CENTRALE grazie alle manovre per tenere bassi i tassi (negativi) e cercare di far ripartire una economia.....
Comito non impossibile ma difficile...in quanto il continente è dilaniato da differenze di crescita interne fra stati, tasse differenti, burocrazie differenti che accelerano il processo di SEPARAZIONE DELL'EURO invece che di unificazione ...e solo i tassi bassi cercano di aiutare e tenere in vita una economia stagnante...per non parlare del problema immigranti....della brexit e delle votazioni future (austria..italia...francia e germania)
 I tassi negativi con cui le banche europee si prestano il denaro sono calcolati dal mercato dell'euribor.
Lo stesso indicatore PER IL DOLLARO...E' IL LIBOR.
It is based on rates that contributor banks offer each other for inter-bank deposits. From a bank’s perspective, deposits are simply funds that are loaned to them. So in effect, a LIBOR is a rate at which a fellow bank can borrow money from other banks. Rate calculations are complex as they incorporate variables such as time, maturity and currency rates
IL LIBOR E' UN IMPORTANTE INDICATORE DEL MERCATO E SPESSO ANTICIPA LE MOSSE FUTURE DELLE BANCHE CENTRALI.
 MERCATO LIBERO TI HA GIA' FATTO VEDERE LA SALITA DEL TASSO LIBOR IN QUESTI ULTIMI 12 MESI......E LA SUA SALITA NON MI FA CREDERE A POSSIBILI QE AMERICANI NEI PROSSIMI MESI ANZI...LA PROBABILITA' DI UN AUMENTO DEI TASSI E' SEMPRE PIU' ALTA. 

PETROLIO
ma non fermiamoci al libor, il petrolio infatti e' un indicatore di inflazione e per evitare che l'inflazione scenda e i tassi di interesse si abbassino...nel mesi di agosto hanno riportato i prezzi in area 50 dollari. (mercato libero ritiene che entro 12 mesi il petrolio potrebbe essere portato in area 60 dollari..non per condizioni di mercato della domanda e offerta..ma per ragioni delle banche centrali. Ovviamente se invece mazzalai di icebergfinanza dovesse avere ragione..il crollo del petrolio porterebbe a una riduazione di inflazione e a un abbassamento dei tassi Usa...con un conseguente deperezzamento del dollaro verso l'euro (sempre che nel frattemo il differenziale dei tassi fra euro e dollaro non  rimanga costante ma si riduca)
 OCCUPAZIONE USA
altro indicatore è la occupazione Usa. Se il tasso di disoccupazione dovesse scendere, si potrebbe inziare a parlare di piena occupazione e di possibile salita dei salari e spinte inflattive. Sappiamo tutti che questo dato e' in parte drogato..ma alla fine la cosa che importa al mercato non e' la veridicita' del dato stesso ma l'impatto sulle politiche della fed.
 PIL USA
 Ovviamente il PIL in queste settimane è l'anello debole accanto ad alcuni dati macro che sono recessivi. Se il Pil fosse piu' alto i tassi sarebbero gia' molto piu' alti...e nel caso dovessimo assistere a un miglioramento in autunno dei dati macro....e del pil...i tassi non potranno che salire. 
  ELEZIONI AMERICANE
Senza contare l'avvicinarsi delle elezioni americane che sta bloccando le scelte di politica economica della fed che è attenta a non influenzare il voto con scelte a due mesi dal voto.
Infine I MEMBRI DELLA FED COSA PENSANO?
EBBENE LA MAGGIORNAZA DEI MEMBRI DELLA FED VUOLE UN RIALZO DEI TASSI DI 0,25% COME EVIDENZIANO LE MINUTE DELLA FED DI LUGLIO:
 Back in April, when the world was still reeling from the China devaluation inflicted market slump, the Fed's discount rate minutes for the months of March/April showed that 4 regional Feds wanted a 25 bps rate hike, up from just two  - the Richmond Fed and Kansas City - in the Feb/March meeting. One month ago the Fed released its May/June Discount Rate Minutes which revealed that both the St. Louis and Boston Feds joined four other regional Feds, Cleveland, Richmond, Kansas City and San Francisco, in seeking a quarter point increase in Fed discount rate to 1.25% prior to the June 14-15 FOMC meeting.
Then moments ago the Fed released its latest July 25 Discount Rate Minutes which revealed that two more regional Feds, Dallas and Philadelphia joined the six previously noted, in seeking a quarter point increase in Fed discount rate to 1.25 percent prior to the July meeting.
This means that as of a month ago, two thirds of all regional Feds were urging Yellen to hike the discount rate; they were the following: Boston, Cleveland, Dallas, Kansas City, Philadelphia, Richmond, San Francisco and St. Louis. Those who voted to keep discount rate at 1% cited argument that outlook and below-target inflation supported keeping current accommodation in place; banks were Atlanta, Chicago, Minneapolis, and especially the New York. Clearly they dominated the discussion.
 A SETTEMBRE LA FED POTREBBE AUMENTARE I TASSI VISTO COME SI E' ESPRESSA LA MAGGIORANZA DEI SUOI MEMBRI?
vedendo il dollaro non sembra che il mercato lo attenda (stessa cosa per il mercato azionario Usa sui massimi di sempre). Ma forse è un bene che il mercato azionario sia sui massimi e il dollaro sia debole...infatti ...se il rialzo dei tassi dovesse giungere a sorpresa ....la borsa potrebbe correggere ma senza troppo danno...anzi..nel medio periodo il mercato lo interpreterebbe come segnale di forza ..e il dollaro potrebbe salire a 1,08 - 1,05 senza creare troppi danni alle esportazioni usa...

BACK TO LIBOR!
ECCO LE VALUTAZIONI DEL LIBOR A UN MESE , A SEI MESI E A UN ANNO
LIBOR A UN MESE.
il tasso continua ad aumentare. a dicembre eravamo a 0,24% a fine luglio a 0,496%


libor a sei mesi. la salita è altrettanto importante passando da uno 0,55% a un 1,11%


 infine il libor a un anno che oggi è pari all'1,43%. in pratica è molto prossimo a superare il RENDIMENTO del decennale americano (oggi all'1,55%).




Share/Bookmark

ORO

Importante cambiamento in WMO ASSET ALLOCATION SULLA POSIZIONE IN ORO. I NOSTRI LETTORI VERRANNO AVVISATI FRA UN MESETTO SU QUESTA IMPORTANTE DECISIONE CHE DEDICHIAMO AGLI ABBONATI

Share/Bookmark

LONDON CALLING - DICEMBRE 1-4 DICEMBRE



 ecco i dettagli del volo aereo per londra. Ho comprato il biglietto oggi perche' ho visto il prezzo MOLTO BASSO. Andata e ritorno solo 60 euro.  Conviene assolutamente confermarlo.
Questa volta verra' anche mia moglie in quanto lo shopping a natale a londra con la sterlina debole sara' piu' piacevole e anche per andare a trovare nostro figlio all'universita'
 Il gruppo potrebbe arrivare entro giovedi per pranzo. Ma io ho preferito arrivare il mercoledi sera in modo da essere tranquillo e organizzare una cena con le controparti che incontreremo.
 ecco i dettagli del mio volo:
 
Volo easyJet 5298   30 nov  Milan Malpensa  18:10  London Gatwick
Volo easyJet 5297   4 dic  London Gatwick  17:35  Milan MXP
 - nei prossimi giorni confermero' l'hotel per 3 notti (arrivo giovedi e partenza domenica 4 dicembre) ho bisogno di sapere al piu' presto quanti siamo.
 Avremo modo di incontrare
- 2 agenzie immobiliari che ci faranno una analisi del mercato immobiliare a londra con un focus su aree migliori e investire in un commerciale
 - 1 studio di commercialisti/fiscalisti per una presentazione sulla fiscalita' a londra per trasferirsi a vivere. Inoltre una sessione sulla fiscalita' aziendale e i costi di mantenimento (oltre agli adempimenti necessari) Infatti occorrera' organizzare un veicolo di investimento
 - Un fondo hedge e la sua sala operativa che dovrebbepermetterci di capire alcune strategie di investimento
- Visiteremo  un paio di stat up legate al FINTECH e in particolare alla Blockchain che sono di base a londra.
- organizziamo un CHRISTMAS PARTY in un locale di Londra aperto a tutti gli italiani che vivono a Londra e al nostro gruppo.
 e siamo aperti a cambiamenti di programma e miglioramenti . Un fine settimana INDIMENTICABILE.
In creazione il gruppo su TELEGRAM dedicato ai partecipanti e un gruppo su WMOSOCIAL
Il viaggio è aperto solo a coloro che hanno un interesse reale su Londra o di investimento, o per la delocalizzazione.
SCRIVI A MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

IL FUTURO QE? NON BASTA! DOCUMENTO DI ANALISI DELLA FED APPENA SFORNATO


 David Reifschneider è l'autore di Gauging the Ability of the FOMC to Respond to Future
Recessions e questo è il commento di zerohedge
per gli amanti , come me , delle analisi macro e per capire la debolezza del sistema in cui viviamo ne consiglio la lettura. (la traduzione e i commenti comportano molto tempo..troppo ...preferisco occuparmi di delocalizzazione e di progetti diretti con voi lettori e amici che perdere tempo su traduzioni e commenti). 
se lo scenario recessivo dovesse arrivare in Usa....immaginatevi cosa potrebbe accadere in ITALIA....e poi riflettete :
1) i miei assets sono diversificati in paesi differenti
2) i miei assets sono confiscabili e attaccabili
3) il mio lavoro è protetto o soggetto a brusche interruzioni.
4) come posso modificare nel tempo la composizione degli assets, la loro localizzazione e protezione e come posso modificare le mie capacita' e professionalita' (o quelle dei miei figli) in modo da essere in grado di reagire positivamente a shock di sistema?

CONTATTA MERCATILIBERI@GMAIL.COM il miglior sito di capital protection e delocalizzazione di persone e lavoro.

Share/Bookmark

ITALIA: IL PROBLEMA DEL CASH FLOW NEGATIVO: 2) LE PENSIONI DI CHI DECIDE DI VIVERE ALL'ESTERO

Boeri: “Raddoppiati pensionati che emigrano, troppi assegni pagati a chi vive e versa tasse all’estero”

Boeri: “Raddoppiati pensionati che emigrano, troppi assegni pagati a chi vive e versa tasse all’estero”

 INSOMMA SE UN PENSIONATO HA ACCUMULATO IL DIRITTO ALLA PENSIONE DOPO 40 E TORRI ANNI DI CONTRIBUTI ..POTREMMO DIRE CHE LA PENSIONE SIA DI SUA PROPRIETA'..E QUINDI SE UNA PERSONA  A SETTANTA ANNI DECIDE DI ANDARE A VIVERE IN ROMANIA O ALLE CANARIE CREDO CHE SIA UN SUO DIRITTO, COME QUELLO DI RICEVERE LA PENSIONE MATURATA!!!
E INVECE ECCO IL GENIO TITO BOERI (QUELLO CHE HA IL FRATELLO FAMOSO..MENTRE LUI E' SOLO UN PROFESSORE DELLA BOCCONI AMICO DI MARIO MONTI) RICORDARE CHE LE PENSIONI INVIATE ALL'ESTERO GENERANO UN CASH FLOW NEGATIVO PER L'ITALIA (invece benetton che da anni incassa cash flow in italia da monopoli pubblici quali aereoporti e autostrade.. e poi investe all'estero in altri paesi va bene.....per non parlare delle rimesse degli immigrati (vedi articolo precedente)
 



Il presidente dell'Inps ha reso noto che tra 2003 e 2014 oltre 36mila persone hanno deciso di passare la vecchiaia all'estero. I loro assegni costano alle casse dell'istituto oltre 1 miliardo ogni anno. A riequilibrare i conti sono i contributi previdenziali dei quasi 200mila immigrati che hanno lavorato nel nostro Paese ma non ricevono la pensione
 capite il giornalista usa la parola fuorviante di COSTANO...invece sono diritti acquisiti che lo stato avrebbe dovuto mettere da parte e quindi non e' un costo...ma questo il giornalista non lo scrive
Sempre più pensionati italiani decidono di emigrare e farsi pagare la pensione all’estero. Con il risultato che ogni anno “esce” dalla Penisola circa 1 miliardo di euro sotto forma di assegni e trattamenti assistenziali, mentre i consumi e il gettito fiscale diminuiscono di conseguenza. A fare i conti è stato il presidente dell’Inps, Tito Boeri, presentando il rapporto “World Wide Inps”. L’economista ha sottolineato che è “paradossale” che “continuiamo a pagare” prestazioni a pensionati che vivono in altri Paesi “e che magari hanno un’assistenza di base”, Boeri ha auspicato che con i contributi di chi non ha la cittadinanza italiana venga costituito un fondo per finanziare politiche di integrazione per gli immigrati
AVETE CAPITO BENE??? TOLGONO DEI DIRITTI ACQUISITI E MATURATI CON TASSE ENORMI DURANTE LA VITA LAVORATIVA E CREANO FONDI PER GLI IMMIGRATI....MA AVETE VERAMENTE CAPITO BENE??'
Il numero dei pensionati emigrati è passato dai 2.553 del 2010 ai 5.345 nel 2014, con un aumento del 109%. Allargando lo sguardo al periodo 2003-2014, il numero sale a 36.500 persone. In tutto i trattamenti pensionistici erogati all’estero, in oltre 150 Paesi, sono 400mila all’anno per una spesa complessiva che supera il miliardo di euro.
Perché non fare un fondo per investire su politiche dell’integrazione degli immigrati attingendo alle pensioni degli italiani non piu' residenti in italia...?”, si è chiesto Boeri

Share/Bookmark